IN FORMA

Allena la memoria

LEGGI IN 3'

In questo nuovo millennio la tecnologia ci ha messo a disposizione molteplici supporti elettronici che si sostituiscono alla nostra memoria: il cellulare che suona per ricordare un appuntamento, il personal computer che immagazzina e seleziona per noi le informazioni necessarie, il navigatore satellitare che ci porta a destinazione senza perdere tempo.

Tutti questi alleati sembrano dirci che ormai non abbiamo più bisogno della memoria. Ma allenare e potenziare i ricordi quotidiani in realtà è un modo per rafforzare il cervello e mantenerlo giovane. La memoria è legata in modo indissolubile all'intelligenza e alla creatività, ed il suo ampliamento aiuta ad accedere più velocemente alle informazioni ed eseguire un numero sempre maggiore di associazioni mentali. Ricordare meglio insomma ci serve per diventare più intelligenti!

Esistono molti metodi per aiutare coloro che hanno una mente 'pigra' e sono utili sia sul lavoro che per sbrigare gli impegni quotidiani.

1. Per sollecitare la memoria mandala in palestra. Per tenere la mente in allenamento e potenziarla sono utili i giochi che stimolano il cervello e la logica, vanno bene anagrammi, sudoku, cruciverba, rebus, enigmi ma anche il gioco degli scacchi, l'importante è cambiare sempre tipo di gioco.

2. Negli Stati Uniti i videogiochi utilizzati per tenere allenata la memoria stanno riscuotendo un grande successo. E' possibile anche abbonarsi, pagando 10 euro al mese, a 'Happy-Neuron' un servizio che offre 'on line' esercizi cognitivi per tenere in allenamento il cervello.

3. Stai studiando per sostenere un esame, per prendere la patente o per imparare una lingua e vuoi farlo al meglio? Il nostro cervello ricorda in modo diverso durante lo studio. La tendenza all'oblio è più alto nei primi minuti mentre tende a stabilizzarsi nelle prime ore, occorre quindi riprendere tutti gli argomenti studiati o quelli che si vogliono memorizzare, nelle prime 24 ore per fissarli nella mente.

4. Stai trascorrendo un periodo d'intensa fatica mentale? Fatti aiutare dalle foglie di 'Ginkgo biloba'. Sembra che le proprietà contenute nelle foglie di questo antico albero, aiutino l'afflusso di sangue e la circolazione quindi anche la memoria.

5. Vuoi affidarti ai suggerimenti di un professionista del ricordo? Gianni Golfera ha pubblicato molti libri ed organizza conferenze per aiutare bambini, professionisti e studenti a memorizzare più a lungo le informazioni acquisite. Il metodo consiste nell'utilizzare la memoria visiva e quella spazio-temporale per apprendere qualsiasi tipo di informazione, associandola ad una immagine precisa.

L'uso delle immagini non confondono la mente ma aiutano a far rimanere indissolubilmente collegata al processo logico l'informazione ad essa legata.

Vediamo alcuni dei suoi insegnamenti:

- Per memorizzare un numero di telefono o un numero civico la strategia vincente è quella di associare ogni numero ad una forma simile ad un oggetto oppure ad un animale: per esempio il numero '8' ricorda un pupazzo di neve mentre il numero '2' la silhouette di un cigno.

- Se avete una giornata ricca di impegni provate ad associarla ad una immagine che li raccolga tutti. Per esempio se dovete andare dal pediatra, in banca e fare la spesa, immaginate di entrare in banca con le borse della spesa e di incontrare il medico.

- Dovete fare un discorso o ripetere una lezione? Immaginatela come un percorso a tappe, una strada con dei cartelli con scritte le parole chiave per aiutare la mente a proseguire nel suo viaggio mentale

è indispensabile tenere sempre arieggiata la stanza dove si studia, la presenza di ossigeno nel luogo dove si lavora aiuta a migliorare l'attenzione del cervello.

- Vuoi avere una memoria di ferro? Dormi. Sembra infatti che il sonno sia un rigenerante per il sistema nervoso e consolidi le informazioni prese, coloro che non dormono di notte hanno infatti grossi deficit di memoria.

Per tutti coloro che amano approfondire tutti gli argomenti legati al misterioso mondo della mente, a Torino viene organizzata ogni anno la 'Settimana del cervello' una serie di incontri che aiutano ad esplorare la mente attraverso conferenze, tavole rotonde, letture sulla mente e la sua evoluzione.

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta