ERBORISTERIA

Le proprietà medicinali della melissa

LEGGI IN 2'

Addio allo stress!

La melissa è la pianta che, storicamente, “rallegra e conforta il cuore”. Conosciuta già da Avicenna, il grande medico arabo che non mancò di sottolinearne le grandiose proprietà curative, è l’ingrediente essenziale dell’ “Acqua dei carmelitani”, un rimedio naturale contro svenimenti e crisi nervose sperimentato agli inizi del XVII secolo.
La melissa è una pianta erbacea alta 60 cm e dal profumo gradevole e agrumato che ne fa una risorsa preziosa da cui estrarre l’olio essenziale.

Gli impieghi più comuni
L’impiego più comune di questa pianta erbacea è quello nella cura dei disturbi del sistema nervoso che provoca agitazione e impedisce di riposare a dovere.

In fitoterapia si utilizza infatti:
- L’olio essenziale, un rimedio che aiuta a trattare naturalmente un’alterazione della sfera emotiva.
Ricavato dalle foglie e dai fiori attraverso la distillazione, l’olio essenziale di melissa aiuta a contrastare gli effetti negativi legati allo stress. Panico e agitazione vengono efficacemente mitigati da un’assunzione giornaliera di 2-5 gocce di estratto sciolte in acqua, meglio se tiepida.

- Le capsule abbinate ad altre erbe (lavanda o luppolo) agiscono efficacemente se la tensione è particolarmente intensa. L’assunzione delle compresse, in questo caso, è da effettuarsi la sera, prima di coricarsi, per accentuare le proprietà sedative del principio attivo.

La tisana dei sogni
La tisana di melissa appiana i nervosismi anche nei bambini: un bell'infuso è ad esempio indicato per trattare efficacemente l’insonnia dei più piccoli, ma anche l’agitazione, l’ansia e il mal di testa nervoso. Puoi somministrarla ai più piccoli subito prima di andare a scuola, ma anche la sera, poco prima della nanna.
L’aroma agrumato va sottolineato facendo bollire insieme alle foglie di melissa essiccate anche la scorza di un’arancia o di limone in abbondante acqua. Lascia in infusione una decina di minuti a fuoco spento, quindi servi. Se si avanza un po’ di tisana di melissa è vietato gettarla! Quest’’acqua’ è un ottimo tonico purificante e decongestionante della pelle, utile soprattutto in primavera per far respirare l’epidermide dopo mesi di ‘letargo’ forzato.

Un bagno caldo
Utilizzata anche come toccasana per i dolori mestruali, specialmente di fronte ad un ciclo irregolare e doloroso, ma anche contro i campi addominali, con la melissa ci si può concedere anche un rilassante bagno caldo. Versa 300 g di melissa fresca o 200 g di foglie essiccate in 1 litro d'acqua e porta ad ebollizione. Togli il decotto dal fuoco e lasciarlo decantare per 15 minuti, quindi versarlo nell'acqua per il bagno. Questo trattamento sarà efficace anche per curare le ferite e per favorire la cicatrizzazione immergendosi completamente o anche solo tamponando la zona da trattare.
L’applicazione esterna di questa pianta officinale ‘miracolosa’ è perfetta inoltre anche per trattare efficacemente i problemi dermatologici più comuni, primo tra tutti il fungo della pelle contro il quale agisce anche preventivamente.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione