STILI E TENDENZE

Piume stravaganti

LEGGI IN 2'

Il lato più Glam degli anni '70 è tornato, sulla spinta del revival pop che contagia radio e classifiche musicali. Il risultato è che ogni stravaganza è concessa. Tornano le pellicce fragorose, anche se preferibilmente eco-chic, copri spalla e cappelli effetto pavone, piume e pailettes, l'unica regola sembra essere 'tutto è concesso'.

Sulle ali dell'eccentricità dominano le piume, incorporate in abiti da sera e cappotti, accessori e perfino calzature. Sono soprattutto le piume di struzzo a catturare gli occhi di tutti e ad indossarle non sono più solo pop star e attrici. Abiti che flirtano con una femminilità vanitosa e briosa per volare leggiadre sopra tutto e tutti.

Ottimo sostituto glamour alla pelliccia le piume non devono però essere abbinate ad altri dettagli eccessivi, altrimenti rischieremo l'effetto 'circo'. Meglio non strafare e limitarsi ad un unico pezzo 'piumato', per essere chic le piume devono essere portate a piccole dosi.

Tra le proposte più aggressive spiccano quelle di DSquared2 e Ann Demeulemeester che hanno fatto delle piume le protagoniste delle loro collezioni. Non mancano le proposte di marchi più 'sobri' come l'animo glamour di Gucci e lo stile raffinato di Yves Saint Laurent.

Le piume assumono un ruolo più elegante rispetto al passato, arricchendo ad esempio un bolerino in piume nere e fini. Molto chic anche il gilet con piccole piume perfetto con i jeans. Completano il look degli stivali in camoscio, con plateau e misure grintose.

Per chi non si vuole affidare alle esose proposte delle maggiori maison di moda rimane sempre l'opzione 'fai da te', basta applicare delle frange piumate per far rivivere una giacca o un vecchio abito.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta