FIGLI

Bambini, 9 sintomi che i genitori non dovrebbero mai ignorare

Molto spesso ci sono dei sintomi che possono indicare un problema, anche grave. I genitori devono imparare a fare molta attenzione ad alcuni segnali del bambino, come dolori alla testa, vomito o gonfiore improvviso.
LEGGI IN 2'

Quando diventi genitore, devi imparare anche a riconoscere i sintomi che il tuo bimbo non sta bene o sta "covando" qualche infezione. Non c'è bisogno attendere un febbrone, molto spesso i bimbi lanciano dei segnali che mamma e papà non dovrebbero ignorare. Meglio dunque essere un po' più cauti e, talvolta far scattare inutilmente l'allarme malattia, che essere superficiali.

1. Febbre. I pediatri sostengono che quando la febbre colpisce, non è importante solo la temperatura ma anche lo stato generale del bimbo. Sotto ai 3 mesi se la temperatura è elevata conviene rivolgersi al pronto soccorso, se il bambino ha più di 2 anni e ben idratato bisogna gestirla con serenità.

2. Febbre con mal di testa. Spesso potrebbe essere accompagnata anche da rash cutanei. Chiamare sempre il medico.

3. Rash a forma di cerchio. Se è comparsa un'eruzione cutanea che assomiglia a un occhio di bue o è composta da piccoli punti rossi che non scompaiono quando si preme la pelle meglio contattare il dottore. Sono da far controllare anche i lividi inspiegabili.

4. Nevi. Tieni d'occhio i nei che mutano o che assumono strane forme, colori più scuri e hanno contorni molto irregolari.

5. Dolore improvviso allo stomaco. Se è in basso a destra, potrebbe essere appendicite. Il dolore causato dall'appendicite può iniziare intorno all'ombelico e migrare verso destra e prendere anche tutta la gamba. Talvolta causa anche vomito.

6. Mal di testa con vomito. Un mal di testa che si verifica al mattino presto o che lo sveglia nel mezzo della notte, magari accompagnato da nausea e vomito, potrebbe essere un'emicrania. Il medico può determinare il trattamento appropriato.

7. Minzione diminuita. Secchezza della bocca e delle labbra, diminuzione della minzione, fontanella piatta (in un neonato), pelle secca o pelle che rimane raggrinzita quando viene pizzicato, o vomito o diarrea eccessivi: è disidratato gravemente. Va portato al pronto soccorso.

8. Faccia gonfia: lingua gonfia, labbra o occhi, specialmente se accompagnati da vomito o prurito. Sono sintomi di una grave reazione allergica. I sintomi possono includere gonfiore, problemi respiratori e necessitano di attenzione immediata.

9. Vomito dopo una caduta. Potrebbe esserci in corso un trauma cranico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta