BENESSERE

Apparecchio denti fisso o mobile: come scegliere 

LEGGI IN 2'

L’igiene dentale è importante nel corso di tutta un avita. Durante l’infanzia e l’adolescenza è bene fare visite periodiche dal dentista,  in quanto la cura dei denti è fondamentale fin da 3 anni di età. In effetti anche la cura dei denti da latte è importante per la crescita degli denti definitivi. 

Dai 7 anni di età può essere utile mettere l’apparecchio del tipo fisso o mobile, secondo l’età e le esigenze. Ogni tipo di apparecchio ha i suoi pro e i suoi contro. Naturalmente si può optare per l'uno o l'altro dopo aver ascoltato i consigli del proprio dentista.

Il mobile è facilmente portabile e può essere inserito in autonomia anche dai piccoli. Inoltre è possibile toglierlo durante il pasto e l’igiene dei denti ed esigenze particolari: va comunque inserito il numero delle ore indicate dal dentista in maniera precisa altrimenti non si faranno passi avanti.

L’apparecchio fisso dà risultati più precisi ed è più utile per fare spostamenti particolari che non sarebbero possibili con il mobile. Ma abituarsi è sicuramente più arduo in quanto inizialmente può essere fastidioso e doloroso abituarsi ad avere un corpo estraneo fisso in bocca. Inoltre anche i motivi estetici rendono più ardua questo tipo di scelta.

Il mobile realizzato in resina acrilica e fili in metallo, che solitamente viene applicato nel periodo dello sviluppo e in dentizione mista, aiuta a influenzare la crescita ossea, corregge il sistema di apertura e chiusura, e consente di  spostare i denti.

Il fisso, costituito da placchette e fili metallici, che viene usato in adolescenza o in età adulta, e comunque con dentatura definitiva, corregge il mancato allineamento dentale, e può correggere i rapporti delle arcate.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione