CONSIGLI DI VIAGGIO

Le migliori App per condividere viaggi in auto

Condividere la macchina permette di risparmiare, di fare viaggi diretti più comodi e magari di conoscere delle persone simpatiche. In Italia si usa ancora poco, ma all'estero il car sharing è una vera e propria istituzione.
LEGGI IN 2'

Supponi di voler andare a Parigi in macchina, ma sei da sola e non te la senti di affrontare un viaggio così lungo. Oppure di aver bisogno di un passaggio in macchina per raggiungere Roma, perché devi portare delle valigie pesanti e i colleghi dal tuo paese ti impongono di cambiare diversi mezzi (non c’è il diretto). Che cosa fare? Potresti al car sharing.

Alcune app di ridesharing tradizionali, come Lyft e Uber, offrono opzioni di carsharing anche per distanze più brevi. Ci sono molti modi per i viaggiatori di farsi dare un passaggio, ecco quali:

Uber: non è una compagnia perfetta, ma è una vera e propria stella mondiale del ridesharing. Per chi ha un budget limitato, c'è anche un'opzione di carpool. Per i viaggiatori, Uber sono ottime le opzione per le distanze più brevi, che in genere significa all'interno di una città o comune.

BlaBlaCar: è la principale piattaforma di carsharing per viaggi a lunga distanza in Europa. Il servizio, che è disponibile in 22 paesi, prende il nome dall'idea di chattare e chiacchierare con le persone con cui viaggi.

Motar: è la principale app di carsharing in Europa centrale. È in circolazione dal 2007, un vero veterano del settore.

Lyft: se viaggi per brevi tragitti, Lyft è un ottimo strumento negli Stati Uniti. Come Uber, puoi prendere un veicolo per te o scegliere di essere in un carpool, ma le corse, in media, tendono ad essere più convenienti.

PopaRide: viaggiare in Canada? Dai un'occhiata a PopaRide. Con questa app, puoi trovare i conducenti che condividono itinerari simili e richiedere di partecipare alle loro corse. Il servizio serve principalmente a coloro che viaggiano all'interno del paese, ma ci sono spesso corse anche tra il Canada e gli Stati Uniti.

sRide: per chi va in India, questo è l’Uber locale.  L'obiettivo del servizio è quello di collegare le persone che si trovano a guidare da qualche parte con i passeggeri che vanno nella stessa direzione. Questo lo rende simile BlaBlaCar o Motar. È raccomandata se sei diretto a Pune, Hyderabad, Calcutta, Mumbai, Chennai, Delhi e Bangalore.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta