PULITO IN 7 PASSI

Come pulire il travertino: prodotti per pulire e lucidare

LEGGI IN 4'

Tra i materiali da costruzione, il travertino è sicuramente quello che ispira maggiormente un’atmosfera di classicità e lusso. Usato in edilizia sin dal I millennio a.C., in particolare nell’Antica Roma - da Tivoli, cittadina sulla via Tiburtina nei pressi della Capitale, proviene tuttora la migliore varietà e il nome stesso della pietra, lapis tiburtinus - il travertino è una roccia sedimentaria calcarea dalla struttura molto porosa. In virtù degli ossidi incorporati durante la sedimentazione, il colore del travertino varia dal bianco latte al noce e può presentare perfino sfumature che vanno dal giallo al rosso.

La robustezza e, al tempo stesso, la malleabilità del travertino lo rendono ideale per pavimenti e rivestimenti sia interni sia esterni, ma anche per la realizzazione di elementi scultorei decorativi. A differenza del marmo - roccia metamorfica composta principalmente di carbonato di calcio - non tutte le varietà di travertino sono lucidabili. Come il marmo, in ogni caso - proprio a causa dell’identica porosità - il travertino richiede cura e attenzione particolari quando arriva il momento di dedicarsi alla sua pulizia e manutenzione, sia ordinaria sia straordinaria.

Quando si tratta di scegliere i prodotti per pulire il travertino, infatti, bisogna tenere in considerazione la sua struttura altamente assorbente e non resistente agli acidi. La sua pulizia deve essere effettuata regolarmente con prodotti neutri e non troppo aggressivi, indispensabili per proteggerne la superficie nel tempo mantenendo inalterata la sua struttura porosa originaria - con quei forellini ben visibili a occhio nudo - e per rispettare ed esaltare tutta la sua delicatezza e gradevolezza estetica.  

Quanto alla scelta dei prodotti per lucidare il travertino, tutto dipende dalla varietà di travertino in cui la nostra superficie è realizzata e dal fatto se sia stata preventivamente trattata per essere resa lucida. In commercio esistono specifiche polveri lucidanti, mentre un intervento tecnico di levigatura - da effettuarsi con macchinari appositi di ditte specializzate - deve essere seguito sempre da un’operazione d’impermeabilizzazione, e può rendersi necessario in via straordinaria per ridare brillantezza ad una superficie molto rovinata dal tempo e dallo sfregamento dei passi (nel caso di un pavimento in travertino).

Scopriamo ora nel dettaglio quali sono le più efficaci tecniche e i migliori prodotti per la pulizia del travertino. Che sia il pavimento del salone, il rivestimento della doccia o il top del lavabo, seguendo i nostri consigli non correrai il rischio di rovinare le tue preziose superfici!

Come pulire il travertino

Prima di detergere una superficie in travertino, devi sempre assicurarti che sia libera da polvere o residui di vario genere - come briciole, ghiaia e terriccio - che potrebbero depositarsi fastidiosamente nei suoi pori. Per questo, spazzala bene con una scopa a setole morbide se si tratta di un pavimento, o passaci delicatamente un Panno Polvere Vileda se si tratta di un ripiano, e aspira tutti i residui con un aspirapolvere, da pavimenti o portatile.    

A questo punto puoi passare alla fase di lavaggio vero e proprio. Prendi un secchio, un panno in microfibra e un detergente a PH neutro come il Bref Brillante Superfici Pregiate, e con uno spazzolone - o una spazzola a setole morbide nel caso di un rivestimento diverso dal pavimento - esegui ampi movimenti sulla sua superficie per essere sicura di ricoprirla tutta.    

Grazie alla composizione delicata e alla formula anti-assorbimento del Bref, puoi detergere la tua superficie in travertino con la massima tranquillità: il PH neutro ne rispetta la delicatezza senza aggredire la struttura e la rapida evaporazione impedisce i pericolosi ristagni di umidità! Il gradevole aspetto naturale del travertino sarà conservato e, per ridargli un po’ di brillantezza, ricorda di completare la pulizia asciugando la superficie con un panno Vileda in microfibra. L’effetto sarà splendente!

Come pulire il travertino macchiato

A causa della sua elevata porosità, il travertino si macchia facilmente a contatto con sostanze acide o oleose - proprio come il marmo. Per evitare il più possibile danni irreparabili, fai sempre molta attenzione a maneggiare liquidi - soprattutto in cucina - e semmai qualcosa dovesse cadere sulla superficie, intervieni più in fretta che puoi tamponando la sostanza con abbondante carta assorbente.

Nonostante il tamponamento, è assai probabile che si sia formata comunque un’antipatica macchia, allora bisogna correre ai ripari: ecco come pulire il travertino macchiato servendosi di prodotti casalinghi e soluzioni fai da te. Nel caso di una macchia d’olio - che rende il travertino più scuro - applicaci su con un panno bagnato un po’ di ammoniaca, acetone o del detersivo da bucato in polvere. Se la macchia è provocata da cibi o liquidi dal potere colorante - come vino, caffè o succo di frutta, che di solito rendono il travertino di color rosa - dopo aver lavato la parte con acqua e detergente neutro, ricoprila con acqua ossigenata al 35% e aspetta che si asciughi.
Mi raccomando, indossa sempre dei guanti protettivi durante queste operazioni!
In alternativa, prova con qualche goccia di ammoniaca applicata con un batuffolo di cotone direttamente sulla macchia. Queste sostanze hanno il potere di far venire in superficie le sostanze penetrate nella grana della pietra, favorendone la rimozione.

Come pulire il travertino dei davanzali

I davanzali in travertino anneriti da polvere e smog sono davvero antiestetici: danno una sgradevole sensazione di vecchio e trascurato all’intera abitazione! Ecco allora come pulire il travertino dei davanzali in modo efficace. Se sulla lastra sono ancora presenti residui di cemento, stucco o altri materiali usati durante la sua installazione, prima devi procedere con la loro rimozione con l’aiuto di una spugna e di un detergente neutro. A questo punto il tuo davanzale sarà pronto per ricevere il trattamento successivo. Prepara una miscela di acqua e bicarbonato: mischiandoli, vedrai che si formerà una sorta di pasta, un composto cremoso che potrai passare - strofinando un po’ - sul travertino con un panno morbido. Conclusa l’operazione, risciacqua per bene e noterai subito un cambiamento: il tuo davanzale avrà perso quella brutta patina grigiastra e sarà di nuovo chiaro e splendente!


Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione