PULITO IN 7 PASSI

Come pulire i termosifoni in ghisa e in alluminio dalla polvere

I termosifoni restano accesi costantemente durante l’inverno e per questo si può accumulare molta polvere. È importante quindi liberarli dalla sporcizia prima dell’accensione continua dei riscaldamenti nella stagione fredda. Ecco come pulire i caloriferi dalla polvere.
LEGGI IN 5'

I termosifoni restano accesi costantemente durante l’inverno e per questo si può accumulare molta polvere. È importante quindi liberarli dalla sporcizia prima dell’accensione continua dei riscaldamenti nella stagione fredda. Ecco come pulire i caloriferi dalla polvere.

La pulizia dei termosifoni va eseguita prima di accendere in modo regolare i riscaldamenti durante l’inverno. I mesi primaverili o quelli autunnali sono il periodo perfetto per rimuovere tutta la polvere che si annida nei tuoi caloriferi. Fare una manutenzione attenta e corretta ti eviterà tanti problemi futuri. Considera anche che avere cura dei termosifoni ti aiuterà a mantenerli efficienti più a lungo. Inoltre una buona qualità dell’aria in casa è molto importante. Meno polvere significa aria più salubre nell’ambiente dove cresci i tuoi figli e passi del tempo in relax.

La pulizia dei termosifoni è particolarmente importante se in casa ci sono persone sensibili alla polvere o che soffrono di allergie. Il radiatore - emettendo calore - può liberare tutta la polvere accumulata. Stessa cosa vale per la vaschetta dell’acqua calda. Se non la pulisci regolarmente diventa un veicolo di microbi e batteri pericolosi. Puoi metterla a bagno con bicarbonato e limone per sgrassarla, pulirla e profumarla.

Come pulire i termosifoni correttamente?

Per prima cosa spegni i termosifoni e falli raffreddare completamente. Adesso prendi in considerazione il materiale di cui sono fatti.  I termosifoni in ghisa sono stati sostituiti nel tempo da modelli in alluminio o metallo, anche se i primi sono decisamente più resistenti. Sapere di quale materiale è composto il tuo calorifero ti aiuterà a capire se il tipo di manutenzione da te scelto è troppo aggressivo o no.

Prima di iniziare qualsiasi manovra di pulizia, copri qualsiasi cosa si trovi attorno ai termosifoni per evitare di sporcare tutto. Metti sul pavimento dei vecchi giornali o degli stracci umidi per raccogliere meglio tutta la sporcizia.

Per provvedere correttamente alla rimozione della polvere in generale, la cosa fondamentale è cercare di pulire bene anche le sezioni retrostanti dei termosifoni, quelle in corrispondenza della parete. Esistono in commercio delle speciali spazzole in grado di catturare la polvere, che ti aiutano ad arrivare negli angoli più difficili. La loro speciale forma affusolata si restringe al passaggio dentro al calorifero ed arriva a pulire tutte le fessure. Se non sei soddisfatta del risultato metti sotto al termosifone e dietro al muro un panno bagnato. Prendi il tuo phon e spara l’aria calda contro il calorifero. L’aria calda farà muovere tutta la polvere presente che cadrà verso il basso e dietro il termosifone, attirata dall’umidità del panno bagnato. Oltre alla spazzola a manico lungo – che costa poco e trovi ovunque – puoi anche scegliere di avvolgere un panno elettrostatico intorno ad uno scovolino metallico. Grazie a questo riuscirai a penetrare anche nelle zone più difficili del calorifero.

Dopo aver rimosso la polvere, un altro metodo che ti consigliamo per una pulizia profonda è quello di affidarsi al vapore, come ad esempio la pratica scopa a vapore Vileda Steam. Gli strumenti a vapore ti aiutano a sciogliere lo sporco più duro. È ottimo anche per eliminare le macchie di acqua e polvere che si formano sui termosifoni. Dopo aver passato il vapore direttamente sulle superfici sporche, prendi uno straccio e togli ogni residuo rimasto. A questo punto passa Bref sgrassatore allungato con acqua e completa la tua pulizia. Grazie al vapore vedrai splendere i termosifoni e al tempo stesso avrai igienizzato tutto l’ambiente che sarà in seguito riscaldato. 

Vediamo adesso come pulire a fondo i termosifoni, internamente ed esternamente, a seconda della tipologia che hai installato in casa tua.

Come pulire i termosifoni in ghisa


I termosifoni in ghisa – rispetto a quelli di design tubolare in metallo o alluminio – hanno bisogno di una regolare pulizia e manutenzione. È importante rimuovere la polvere periodicamente per massimizzare la resa termica e risparmiare quindi anche a livello energetico. Se stai tinteggiando la tua casa, presta attenzione anche ai termosifoni in ghisa e cogli l’occasione per verniciarli con un prodotto traspirante.

Scopri la guida completa dedicata alla pulizia dei termosifoni in ghisa!

Nei caloriferi in ghisa solitamente si annida più polvere rispetto a quelli in metallo o alluminio, a causa della loro forma. Per togliere tutta la polvere procurati un aspirapolvere abbastanza potente o un compressore. Copri i mobili e gli arredi che si trovano intorno al termosifone così da non sporcare tutta la stanza con la polvere che uscirà. Mettiti con l’aspirapolvere sotto al termosifone in modo da prendere tutta la polvere in uscita. Con il compressore invece – o con un aspirapolvere a tubo - soffia aria dentro ad ogni buco presente nella parte alta del termosifone. Ora che hai rimosso tutta la polvere, prendi una bacinella e mettila sotto lo sfiato del termosifone. Apri la valvola e vedrai scendere dell’acqua sporca – inizialmente sull’arancione. Questa è l’acqua che si era sedimentata all’interno dei tubi, falla uscire tutta. Appena sentirai che lo sfiato d’aria sta terminando chiudi la valvola. Dopo che la parte interna sarà pulita prendi un secchio e versaci dentro acqua tiepida e il tuo detersivo neutro o uno sgrassatore. Imbevi una spugna con questa soluzione e passalo su tutto il termosifone, rimuovendo le eventuali macchie. Termina asciugando tutta la superficie con un panno morbido Vileda in microfibra.

Come pulire i termosifoni di metallo

Il metodo di pulizia dei classici termosifoni in metallo è simile alla procedura seguita per pulire quelli in ghisa. Dovrai avere diversa attenzione se hai dei termosifoni di design come quelli tubulari. Con questi ultimi non dovrai servirti dell’aspirapolvere o del compressore. Munisciti di un panno antistatico e passalo su tutta la struttura. Tutta la polvere rimarrà in questo modo attaccata al panno. Man mano che lo passi abbi cura di togliere la polvere in eccesso prima di continuare il tuo lavoro di pulizia. Anche con i termosifoni in alluminio puoi completare la manutenzione prendendo un po’ di acqua tiepida e un detersivo neutro.

Se noti che i tuoi termosifoni non si scaldano neanche dopo molte ore di accensione, forse si sono formate all’interno delle bolle d’aria che non fanno circolare correttamente l’acqua calda. Apri la valvola come già spiegato in precedenza e raccogli l’acqua che uscirà in un secchio. Così eliminerai di sicuro le bolle d’aria all’interno. Per un buon funzionamento, evita assolutamente di coprire i tuoi termosifoni con copritermosifoni o mobiletti vari. Impediresti all’aria calda di circolare e sprecheresti così anche tanta energia. Non scegliere tendaggi troppo pesanti e ingombranti, lascia “respirare” i tuoi termosifoni!


Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Ivana

Io ho dei termosifoni in ghisa, sono terribili da pulire... ora proverò con questi "trucchetti"

4 anni fa

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta