IDEE E TENDENZE

Fibre naturali per il pavimento

LEGGI IN 2'

Scegliere la pavimentazione è un momento molto importante nella cura del vostro arredamento. Preferire una pavimentazione tessile rispetto a quella in legno o laminato, significa fare i conti con un maggior impiego di energie per quanto riguarda cura e manutenzione, ma anche maggiore comfort e soluzioni più eleganti.

Se scegliete un pavimento tessile le alternative sono molte. Sono sempre più apprezzate le fibre naturali, per le loro qualità ecologiche e la loro biodegradabilità. Le superfici in fibre naturali sono infatti ottenute da piante, foglie o cellulosa, quindi ottenute da fonti assolutamente naturali e rinnovabili.

La yuta
Tra le più diffuse troviamo quelle in yuta, materiale piuttosto soffice, ma poco resistente. Per questa sua caratteristica sono più adatte per zone relax piuttosto che per aree di passaggio.

Le stuoie in giunco
Formate da strisce intrecciate a mano e cucite, mantengono la loro flessibilità in ambienti umidi. La fibra del giunco ha la caratteristica di essere impermeabile e resistente alle macchie e allo sporco. Va bene quindi per tutti gli ambienti della casa, ma cercate di non utilizzarlo per rivestire le scale, data la regolarità della tessitura e la superficie sdrucciolevole.

I rivestimenti in cocco
Ricavato dalle noci di cocco, sono tessuti estremamente economici e di ottima resistenza ai danni provocati dall’usura; hanno però la tendenza a trattenere la polvere.

La sisal
Si tratta di una fibra ottenuta dall’agave coltivata in Sudamerica e Africa Orientale ideale per rivestire pavimenti e scale. Dalle sue foglie si ricavano infatti tessuti per una pavimentazione particolarmente resistente, versatile e durevole.

Fibre di riso
Quella di riso è una fibra molto soffice adatta a tutti gli ambienti della casa.

Morbida lana
Da sempre calda, morbida e pratica, la lana continua a conservare un fascino semplice e sofisticato. Una sapiente gamma di intrecci, colori e combinazioni tra lana e altre fibre è in grado di creare ambienti unici e confortevoli. Aspetto non da poco, è di assai facile manutenzione.

Alcuni di questi materiali non possono essere lavati ad acqua, quindi cercate di evitare i risciacqui, ma al momento dell’acquisto fatevi dire i prodotti più indicati per la pulizia. In commercio esistono appositi kit di manutenzione per lavaggio a secco adatto a tutti i tipi di fibre: lana, sisal, giunco e yuta.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta