GUIDE ECO

Pulizie naturali contro le allergie

LEGGI IN 2'

I soggetti allergici, in primavera, non hanno pace. Polvere, pollini, acari … non c’è tregua per loro e le pulizie profonde dell’ambiente diventano una necessità irrinunciabile per prevenire o limitare i problemi che comportano quotidianamente in moltissime persone.

Proprio perché così frequenti e scrupolose, per le pulizie domestiche di primavera è bene preferire trattamenti naturali che contribuiscano al benessere complessivo, per non rischiare, con i trattamenti chimici, di peggiorare le reazioni allergiche.

Non solo i trattamenti specifici, ma anche gli elettrodomestici stessi possono essere ‘naturali’ e rivelarsi amici dell’ambiente domestico. Il filtro, ad esempio, è un elemento indispensabile per ridurre la circolazione dei pollini in casa, utili a raccogliere le sostanze allergenizzanti, con possibilità di essere lavati e riutilizzati molto a lungo, abbracciando la filosofia sostenibile, che di certo non guasta.

I filtri anti-polline si trovano su numerosissimi aspirapolvere che aspirano e filtrano l’aria da cuscini e moquette, dove i pollini vanno a nascondersi.

Anche la lavatrice è un ottimo elettrodomestico utile per debellare gli acari ed i pollini da lenzuola, coperte e tende con un lavaggio in acqua calda ad almeno 50°C, ma senza esagerare con il detersivo che non ha effetti correlati al polline. Il detersivo non ha effetti neanche nel caso in cui si parli della pulizia dei pavimenti, che vanno lavati frequentemente con l’aiuto di un panno umido in cui raccogliere la polvere senza sollevarla o spostarla. Anche per mobili ed elettrodomestici, soprattutto in primavera, è preferibile optare per un panno elettrostatico o una semplice spugna inumidita di acqua fredda, perfetta per pulire, igienizzare e raccogliere le impurità.

Tra i prodotti green utili da sostituire ai detergenti chimici troviamo:

- il bicarbonato, un prodotto che deodora, deterge e lucida, ideale per la pulizia del bagno, cucina, tappeti e frigorifero;
- l’aceto può essere impiegato per la pulizia degli spazi, ma anche in fase di risciacquo. Se il bicarbonato è un igienizzante, l’aceto sgrassa e deodora;

I metodi naturali
Tra i rimedi principali si ricorda una prevenzione naturale delle superfici più delicate, come ad esempio la biancheria della casa (lenzuola, copridivani, cuscini..) da lavare il più frequentemente possibile e lasciare asciugare esponendola alla luce del sole il più a lungo possibile. Scegli, di preferenza, materassi con imbottiture artificiali o sintetiche e opta per coperture antiallergiche in tessuto misto per materassi e cuscini.

In alternativa alla candeggina, utilizza l’aceto di vino bianco o quello di mele per lavare spesso i sanitari e, soprattutto, i teli plastificati della doccia, ricettacolo di batteri. Versa l’acqua e l’aceto in una bacinella e immergi una spugna che passerai sulla superficie lasciando agire in posa per qualche minuto prima di sciacquare. Le superfici non saranno solo igienizzate, ma l’aceto contribuirà ad eliminarne il fastidiosissimo calcare e ad allontanare il pericolo di formazione di muffe.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta