GUIDE ECO

Elettrodomestici: cosa fare (e cosa no) per risparmiare

LEGGI IN 2'

Trovare il modo per ricevere una bolletta dell’elettricità meno salata è sempre un’idea gradita. Gli accorgimenti da prendere sono spesso semplici ma, se praticati quotidianamente e in modo combinato, possono risultare degli efficienti rimedi salva-portafoglio. Vediamo quindi quali sono delle buone abitudini da seguire.

1 – Usa gli elettrodomestici di notte o nei weekend
Se l’utilizzo della lavatrice, ad esempio, non è un’urgenza puoi risparmiare mettendola “al lavoro” durante le ore notturne, oppure il sabato e la domenica. Praticamente tutti i modelli più recenti sono dotati di un timer che ti permette di programmare l’accensione in una fascia oraria in cui, solitamente, l’energia costa di meno.

Ancora due piccole avvertenze: controlla bene il tuo contratto elettrico per poter ottimizzare l’accensione degli elettrodomestici nelle ore “fuori picco” e fai attenzione a non sovrapporre l’utilizzo di più apparecchi, per evitare un sovraccarico elettrico.

2 – Spegni i led
Prima di andare a letto fai un giro di casa e spegni gli standby di televisore, stampanti, monitor eccetera. I consumi delle “lucine” rimaste accese durante la notte variano molto a seconda dell’apparecchio e del modello (si trovano scritti nel libretto d’istruzioni). In questo caso un risparmio sensibile lo potrete avvertire solo se spegnerete tutti gli apparecchi in maniera costante.

3 – Attenta alla manutenzione
Se un elettrodomestico non funziona al 100% spreca energia, e questo accade soprattutto quando comincia ad essere datato o, peggio, trascurato: ricorda che la manutenzione è fondamentale! Controlla ad esempio le guarnizioni dello sportello del frigorifero, se non aderiscono bene c’è una notevole dispersione di energia, e quindi vanno sostituite. Assicurati che le pareti interne del forno elettrico siano sempre ben pulite perché le incrostazioni impediscono una buona conduzione del calore. Insomma, prenditi cura dei tuoi elettrodomestici e loro ti ricambieranno consumando di meno.

4 – Controlla la classe di consumo
Quando invece è proprio diventato indispensabile sostituire uno degli elettrodomestici di casa, al momento dell’acquisto ricordati di controllare la classe di consumo energetico di appartenenza. A seconda del tipo di elettrodomestico il consumo corrispondente a una determinata fascia è diverso. In ogni caso gli elettrodomestici di fascia A sono quelli che garantiscono consumi minori, anche se per i frigoriferi, ad esempio, esistono anche delle sottoclassi, di ancora maggiore efficienza, da A+ ad A+++.

5 – Preferisci il “tradizionale” all’elettrico
Se davvero vuoi ridurre i costi in bolletta per alcune esigenze puoi scegliere di utilizzare un’alternativa agli apparecchi elettrici. Ad esempio puoi sostituire il profumatore alimentato a corrente con dell’incenso o con del potpourri!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta