GUIDE ECO

Eco-guida, al volante in modo sostenibile

LEGGI IN 2'

Guidare in modo ecologico

Il sogno di ogni vera ecologista sarebbe di muoversi sempre a piedi o in bicicletta, azzerando del tutto le emissioni di CO2 e mantenendo pure la linea. Anche i mezzi pubblici fanno bene all’ambiente e pure alle nostre tasche. Ma nella realtà cosa succede?

Il problema è che spesso e volentieri l'auto è una scelta obbligata, un mezzo a cui è davvero molto difficile rinunciare per andare al lavoro o per spostarsi per motivi personali. Aspettando l’arrivo di auto veramente ecologiche possiamo mettere in atto anche alcuni comportamenti di guida che ci permettano di ridurre consumi ed emissioni, con buona pace anche per il portafogli.

La manutenzione del mezzo

Esistono comportamenti e stili di guida più rispettosi per l’ambiente. La prima regola consiste nel tenere sempre sotto controllo la nostra auto. Le ruote sgonfie ad esempio diminuiscono molto le prestazioni del mezzo, è buona abitudine quindi controllare spesso la pressione dei pneumatici, gomme gonfie permettono un minore attrito sull’asfalto e minore resistenza all’avanzamento.

La manutenzione generale è importante, effettua con regolarità controlli e revisioni, evitarai così il rischio di immettere nell’ambiente sostanze nocive dovuta ad una cattiva combustione e all’usura di liquidi e componenti meccaniche.

Comportamenti al volante

I peggior nemici di chi è al volante, anche dal punto di vista dei consumi, sono fretta e nervosismo. Evita una guida scattosa e fatta di continui sorpassi, accelerate e frenate. Il modo migliore per risparmiare è quello di adottare uno stile di guida rilassato e regolare, ricorda che se anche sei in ritardo correre di più non ti farà guadagnare nulla.

Quindi modera la velocità, evita i sorpassi inutili, accelerazioni repentine o brusche frenate, ogni piccola variazione della velocità significa maggiori consumi, quindi cerca di mantenere una velocità costante. Guida in modo rilassato, utilizzando le marce più alte e i giri più bassi.

Una scelta consapevole

Iniziamo a riflettere bene sui nostri spostamenti, meglio muoversi solo quando è veramente necessario, e quando possibile evitare gli orari e le strade più trafficate per non trovarsi imbottigliati nel traffico. Spesso basta un po’ di buon senso per anticipare o schivare l’andamento ed i flussi di traffico.

Se poi ti capita di trovare l’ingorgo, ricorda sempre di spegnere il motore quando l’auto è completamente ferma. Se invece la colonna si muove a passo d’uomo cerca di avanzare lentamente piuttosto che fermarti e ripartire di continuo.

Tecnologia e strumenti elettrici

Condizionatore e riscaldamento vanno usati solo quando è strettamente necessario. Fino ai 50-60 km orari conviene tenere i finestrini abbassati, mentre a velocità superiori l’attrito vanifica il risparmio in termini di carburante. Ricorda che i dispositivi elettrici aumentano i consumi di carburante. Cerca di limitare il carico di bagagli o di montare carichi esternamente dal mezzo.

Tutti questi consigli non permettono un risparmio immediatamente visibile, ma sul lungo periodo permettono di risparmiare anche il 15% dei consumi, riducendo anche i costi di manutenzione del veicolo ed i rischi di incidente.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione