INTERNI

Un soggiorno turchese, per sognare i delfini

In base alle esigenze così chiaramente espresse nella richiesta, abbiamo valutato innanzitutto la definizione dello spazio dedicato al soggiorno-pranzo, in rapporto alla possibilità di aggiungere un nuovo tramezzo per ampliare il corridoio.
LEGGI IN 3'

Pertanto abbiamo studiato una soluzione che consente da un lato di alloggiare nel corridoio un armadio a muro molto pratico, incassato in una nicchia di 1,20 x 0,60 m, e dall’altro di conservare nel soggiorno-pranzo uno spazio sufficientemente ampio, per ottenere maggiore ariosità e collocare almeno un mobile contenitore basso, necessario a migliorare la vivibilità e l’ordine dell’ambiente.

In questo modo si può sfruttare al massimo lo spazio disponibile, senza appesantire l’immagine della zona giorno con vetrinette o mobili alti, conservando comunque per il futuro una certa flessibilità della struttura della stanza. (Vedi piantina della soluzione).

Per quanto riguarda l’organizzazione dell’arredo, la zona relax prevede un ampio divano (2,10 x 0,90 m), posto nello spazio naturalmente individuato dalla risega del muro esterno, a distanza sufficiente da tutte le pareti, per potervi comodamente circolare intorno; inoltre prevede l’inserimento di una grande poltrona (di almeno 1,10 m di lunghezza) che completa l’angolo conversazione e funge da elemento separatore rispetto alla zona pranzo.

Sulla parete accanto al camino, libera da aperture, si propone la collocazione di una libreria visivamente molto leggera, ma lunga e capiente, da realizzare con mensole di circa 35 cm di larghezza, tassellate direttamente a parete o montate, eventualmente, su piccole squadrette di rinforzo, dove si possano vedere libri, Cd, musicassette, che rendono l’ambiente senz’altro più vivo.

Dall’altro lato, sulla parete fra camino e arcata, si colloca il televisore, immaginato come un grande modello al plasma, super sottile, da appendere a parete e che diventa un quadro cangiante, correttamente fruibile dalla posizione di entrambi i divani. Al di sotto del televisore, si può mettere una mensolina in vetro, con struttura metallica, per appoggiarvi il videoregistratore. Infine la zona pranzo mostra la sua collocazione più consona nell’area inquadrata dal balcone e dal mobile basso, avendo verificato che qui trova posto un tavolo di lunghezza pari a circa 1,50 m e di larghezza pari a 0,90 m.

Un altro elemento importante di tutta la composizione del soggiorno, sono le particolari griglie pensate per schermare parte dell’arcata di ingresso esistente, dando maggiore intimità sia alla zona pranzo, sia alla zona tv e creando un filtro vibrante di luci ed ombre. Abbiamo giocato un po’ con il tema della griglia proponendo modelli di design ormai ritenuti classici, come un tavolo tipo il famosissimo Mackintosh e le sedie modello “Schizzo” del designer Arad.

L’ambiente così organizzato è caratterizzato dal contrasto fra il colore scuro-rossiccio del pavimento in ciliegio e la luminosità del turchese di pareti, griglie ed accessori nelle diverse tonalità. In più c’è un tocco vivace dato dai divani arancio e dal tavolo bianco. Il tutto è reso ancora più prezioso dalla texture dei tratti di parete in pietra grigia, che trovano un buon accordo sia con il caldo legno di ciliegio, sia con i toni più freschi del turchese. Qui e là caratterizzano le pareti diverse gigantografie di delfini, che ci sembrano un ottimo spunto per sognare la natura anche all’interno di un appartamento di città, e che rafforzano l’effetto di materiali naturali come il legno e la pietra.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione