INTERNI

Storie di bianco e virgola: una coccola tra le lenzuola

LEGGI IN 2'

Fare la lavatrice è un momento che in fondo mi piace, perché adoro addormentarmi col profumo delle lenzuola appena lavate. Mia nonna mi spiegava che basta mettere un rametto di lavanda sotto il cuscino per assicurarmi sogni dolcissimi. Credo di non averlo ancora mai fatto, ma la sensazione di riposo che offre il proprio letto appena fatto, credo non sia paragonabile a quella di nessun altro luogo per riposare.

Purtroppo però, soltanto questo non basta, perché anche l’occhio vuole la sua parte, ed è bello tornare a casa e vedere le lenzuola bianchissime splendere all’aria aperta o tra le mura domestiche. Io di solito le lavo insieme agli asciugamani e alle camicie, anche quelle azzurre. Cerco di non perdere tempo ed energie nel separare questi capi, perché spesso ho molte cose da fare, e il tempo per farle non basta mai!

Allo stesso tempo, però, non voglio però rischiare che i miei capi perdano il proprio colore nei punti più critici, o la loro luminosità appena lavati: avrai fatto caso anche tu al fatto che le camicie si ingrigiscono nel tempo, specialmente nel colletto, nei polsi e sotto le ascelle, mentre alle lenzuola e agli asciugamani capita nella parte centrale. 

Evitare la candeggina, è un modo per proteggere il bucato, proprio perché questa può agire in modo troppo aggressivo sui tessuti che nel tempo si possono rovinare, ma non sempre basta. 

I motivi sono differenti, ma la soluzione per me è stata semplicissima: basta saper preservare i tuoi capi con un piccolo aiutante, per assicurare loro un bianco sempre brillante. Per questo motivo ho iniziato ad usare Splendibianco Grey, che in modo veloce e facile mi consente un lavaggio sicuro - perché non contiene candeggina - e i capi rimangono splendenti a lungo, grazie anche all’effetto build-up che li preserva anche nei loro punti più problematici.

In questo modo, oltre a prendermi cura delle mie adorate camicie e lenzuola, posso assicurarmi una coccola piena di luce, prima di addormentarmi!

ACQUISTA ONLINE

Virginia Di Giorgio
Scritto da:

Virginia Di Giorgio

Ironica, curiosa, distratta, vivo con le cuffie alle orecchie, l'ansia e il sorriso sulle labbra. 29 anni, siciliana di cuore e fiorentina d'adozione. Caotica accumulatrice di sogni, laureata in storia dell'arte medievale, disegno sempre, da sempre. Inseparabile dalla mia nuova creazione, Virgola, che è più di un disegno: è un progetto, e anche un po' un sogno, quello di rendere leggera la quotidianità, regalare un sorriso a qualcuno, dare un senso nuovo agli oggetti del quotidiano immaginando per loro una nuova, effimera, vita. Dura solo un momento, ma colorano una pagina bianca, rendono vivaci le linee nere che la penna traccia tirando fuori la piccola pupetta. Per i più curiosi: disegno sempre tutto a mano.

Il mio blog

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta