INTERNI

Le regole della cromoterapia

LEGGI IN 2'

Le regole della cromoterapia

Il colore delle pareti è il primo biglietto da visita della nostra casa, l’elemento di più forte impatto quando entriamo in un nuovo ambiente. Il colore rispecchia la nostra personalità, i nostri gusti, per questo si tratta di una scelta da fare con grande attenzione, dobbiamo tener presente che i colori rimarranno a lungo a determinare il nostro mondo. Non lasciamoci prendere troppo dall’entusiasmo del momento quindi: una casa tutta rosa alla lunga potrebbe stancare.

La prima distinzione da fare è tra colori primari e secondari, le sfumature verranno prodotte aumentando e diminuendo la percentuale di colori primari. La grande distinzione per quel che riguarda la cromoterapia è poi tra colori caldi e colori freddi, anche se si tratta di una divisione un po’ troppo semplicistica. Vediamo assieme alcuni consigli stanza per stanza.

Il colore giusto per ogni stanza

Non solo gusti personali e ispirazione, ci sono anche alcune regole che ci permettono di arredare le nostre stanze di casa con il colore giusto. In cucina i colori ideali sono quelli chiari e brillanti che vanno dal verde al giallo. Il verde rappresenta il colore dell’armonia e dell’equilibrio, un bel colore brillante o tendente al giallo, grazie alla sua freschezza e naturalità, sarà la soluzione ideale per muoversi tra pentole e fornelli.

Stessa cosa vale anche per la sala da pranzo, in questo caso però andranno bene anche sfumature dell’arancione. Un colore capace di portare una ventata di energia ed entusiasmo per questa sala dove tutta la famiglia si riunisce per il pasto, ma che funge anche da luogo di incontro con amici e parenti.

Le tonalità più fredde

I colori più freddi sono invece più indicati per bagno e camera da letto. Le sfumature del blu e dell’azzurro sono infatti più indicate per trasmettere il senso di relax e calma. L’azzurro chiaro avrà un effetto rilassante ideale per la camera da letto. Un blu più acceso è funzionale per la sala da bagno, ricorda l’acqua, rilassa e aiuta a dimenticare i problemi di tutti i giorni.

Il bianco è invece il classico colore neutro che permette di dare luminosità alle stanze e è utilizzato soprattutto in ambienti piccoli: è difficile scegliere anche questo colore perché ha tantissime sfumature dall'opaco al lucido, dal bianco sporco al bianco panna; il nero è un colore importante utilizzato su alcune pareti per evidenziare particolari o su soffitti molto alti perché sembra abbassarli.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione