INTERNI

La casa ideale

I tempi cambiano, cambia la concezione di famiglia e di spazio abitativo. Sono sempre di più i giovani che per motivi economici scelgono di rimanere a casa con i genitori, ecco quindi che servono nuovi modi e nuove possibilità di abitare. Gli architetti ora studiano soluzioni ad hoc per famiglie allargate con pareti mobili per dividere o ampliare le stanze a seconda delle diverse esigenze.
LEGGI IN 2'

Cambia la famiglia italiana. Che non è più composta soltanto da padre, madre e due figli. Ormai avanzano spediti nuovi tipi di famiglie, con un solo genitore, o composte da una coppia anziana più badante, o nate da separazioni, quindi con doppi nonni e bambini frutto dei matrimoni precedenti che spesso si fermano a mangiare e dormire.

Insomma, nulla è più come una volta. Anche perché, con figli già adulti che per ottimizzare le spese tornano a vivere con mamma e papà, e colleghi che decidono, sempre per lo stesso motivo, di affittare insieme un appartamento, la situazione  è in continua evoluzione. Logico dunque che siano necessarie case diverse, più adatte a una vita familiare mutevole, dalle esigenze differenti rispetto quelle di poche decine di anni fa.

Per esempio, la richiesta di monolocali è in forte crisi, perché anche chi è single non è certo un solitario e dunque ha bisogno di spazio per ospitare amici, fidanzati, parenti. Anche il classico bilocale sembra ormai stretto. Tra figli che non vanno via dal nido familiare e le nuove possibilità di lavorare anche da casa, le stanze sembrano non bastare mai. C'è voglia di case più grandi, dunque. Gli architetti e gli urbanisti suggeriscono per questi nuovi bisogni case con spazi modulabili di volta in volta.

Quindi con tante pareti mobili, per dividere le stanze o ampliarle secondo le esigenze che via via emergono. Poi, altezze diverse per i soffitti, in modo da renderli soppalcabili.  Infine, impianti elettrici diffusi, per avere sempre dove servono prese di corrente e non doversi ingarbugliare nei tanti cavi di prolunghe e ciabatte. Cambia il senso dello spazio, e cambia anche l'importanza delle stanze di una casa.

Oggi il locale più amato è la cucina, dove si ricevono gli amici preparando cene e aperitivi, dove si parla con gli altri famigliari, ci si raccontano esperienze ed emozioni. Il vero cuore della casa del Duemila. Segue poi la camera da letto, dove si trovano la tv e quasi sempre il proprio pc e che dunque è uno spazio per lavorare o guardare film e siti web. Altro che la vecchia zona notte, ormai è un vero centro avanzato di intrattenimento.

Rivalutazione anche per il bagno, che è diventato simile a un piccolo centro fitness, o a una zona benessere. Da mostrare, insieme alle altre stanze, con orgoglio agli amici e agli ospiti. E il salotto buono? Be', quello sembra ormai definitivamente tramontato...

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta