BRICOLAGE

Sostituire un vetro rotto

LEGGI IN 3'

Accade spesso in casa che il vetro di una porta o di una finestra si rompa per una disattenzione o un piccolo incidente, se si tratta di lastre di grandi dimensioni il lavoro si fa particolarmente delicato e complicato ed è meglio rivolgersi ad un professionista. Ma se si tratta di un piccolo vetro o una finestra di dimensioni normali, la riparazione diventa più facile e alla portata di tutti.

Occorrono alcuni attrezzi, un minimo di manualità e la giusta attenzione, e potrai velocemente riparare la finestra da sola con le tecniche del fai da te. Importante ricordare sempre di indossare guanti da lavoro e occhiali protettivi per evitare di ferirsi con schegge di vetro o di legno.

Come procedere alla sostituzione

Dopo aver trovato in casa o in negozio una lastra delle giuste dimensioni e qualità è il momento di passare all’azione. Indossa guanti e occhiali e prepara a portata di mano alcuni semplici attrezzi come scopettino, scalpello, spatola, stucco , martello e chiodini.
Per prima cosa dovrai togliere e ripulire tutti i pezzi di vetro rotto, usa uno scopettino per raccogliere i pezzi più grossi ed un aspirapolvere per raccogliere i frammenti piccoli, le schegge e la polvere. Raccogli tutti i pezzi e riponili al sicuro in una scatola di cartone, avendo cura di rimuovere anche gli spezzoni di vetro incastrati nella cornice.

Pulire e preparare la cornice

Naturalmente è importante valutare bene il tipo di vetro che andrai a sostituire, se si tratta di una finestra di piccole dimensioni sarà possibile staccare il serramento dalla parete per lavorarlo più tranquillamente su di un piano di lavoro. Se noti che il vetro è formato da due lastre di vetro divise da una lamiera di metallo lucido significa che si tratta di un doppio vetro e dovrai agire di conseguenza. Attenzione quindi perchè i doppi vetri non hanno tutti lo stesso spessore.
Usa scalpello, carta vetrata e martello per ripulire la cornice da residui di colla e stucco, in particolare utilizzando martello e scalpello potrai rimuovere con calma ogni traccia del vecchio stucco e ripulire per bene la sede per il nuovo vetro. Procedi con molta cautela per evitare di danneggiare il legno degli infissi.

Posizionare la nuova lastra

Dopo aver eliminato ogni traccia di colla e stucco e aver rimosso con una pinza eventuali altri chiodini e impedimenti arriva il momento di procedere con il posizionamento della nuova lastra. Nel caso di vetri che si sfilano dall’alto il lavoro è abbastanza semplice, è sufficiente infilare il vetro della giusta dimensione lungo le tracce e riposizionare la finestra.
Nel caso di vecchi vetri a incastro forma dei filini di stucco lunghi e sottili, applicali lungo tutto il perimetro della cornice premendo con le dita e facendoli aderire bene alla superficie. Inserisci quindi il vetro con molta attenzione premendo la lastra contro lo stucco attorno alla cornice. Poi fissa il tutto con alcuni chiodini da vetro, presta molta attenzione per non rischiare di rovinare il vetro. Fissa altri rotolini di stucco attorno al vetro per fissarlo alla cornice e coprire completamente i chiodini. Rimuovi con una spatola lo stucco in eccesso.

Alcuni consigli utili

Dopo aver completato il lavoro, ripulisci il riquadro in modo che la cornice risulti perfettamente liscia e pulita, lascia asciugare lo stucco per qualche giorno, passa una mano di fondo con una pittura ad olio così da impedire che si screpoli ed aspetta un paio di settimane prima di ridipingere la finestra.
Un trucco utile nel caso di telai in legno è quello di passare un po’ di olio di lino o prodotti simili sui pannelli mobili prima di applicare lo stucco, in questo modo impedirai che l’olio contenuto nello stucco penetri nel telaio.

Norme di sicurezza

Oltre all’uso di guanti e occhiali nelle operazioni di sostituzione del vetro è bene mettere in atto altri piccoli accorgimenti di sicurezza. Il vetro è un materiale molto fragile e potrebbe avere reazioni imprevedibili, può rompersi o creparsi anche a seguito di colpi o pressioni apparentemente banali.
Oltre a occhiali protettivi e guanti molto spessi, indossa sempre scarpe chiuse e robuste e dei pantaloni da lavoro con fibra resistente, il vetro infatti potrebbe sfuggire di mano. I bambini devono stare sempre a distanza di sicurezza dall’area di lavoro.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta