BRICOLAGE

Come pulire il soffione della doccia

LEGGI IN 3'

Il soffione della doccia è un fedele alleato nell’igiene personale di ogni giorno. I soffioni spesso presentano delle mascherine nell’erogatore, questo è finemente traforato in modo da permettere getti di differente intensità, zampilli che si allargano o si restringono creando il getto della doccia.

Per gli amanti delle soluzioni di design più particolari non mancano poi erogatori a led, che presentano anche particolari effetti luminosi, vapore o spruzzi massaggianti. L’importante è verificare sempre che le dimensioni siano esatte per l'attacco della tua doccia. Inoltre i soffioni possono essere fissati direttamente alla parete, oppure in versione mobile con filo pieghevole. Oggi colonne e soffioni sono diventati un complemento di arredo elegante, funzionale e tecnologico. Ma come pulire il soffione della doccia dal calcare?

Come pulire il soffione della doccia da calcare e otturazioni: pulizia quotidiana

Il problema principale legato all’uso dei soffioni è che si intasano facilmente di calcare, provocato dal getto di acqua calda. La gravità del problema è legata alla durezza dell’acqua, ma in generale è necessario periodicamente aprire il soffione in modo da eliminare le incrostazioni di calcare accumulate. I fori otturati possono essere riaperti usando un semplice ago. Per una pulizia accurata è necessario svitare il soffione, separare le varie parti che lo compongono e lavarlo bene con acqua calda, a volte lasciarlo in ammollo per qualche ora con un apposito liquido anticalcare. Per una soluzione fai da te è possibile utilizzare un composto di 50% di acqua calda e 50% di aceto. Dopo un certo periodo d’uso è bene comunque sostituire il soffione poiché a lungo andare le incrostazioni che non è possibile eliminare tendono a danneggiarlo.

Scopri anche come lavare i rubinetti dei sanitari del bagno.

Come sostituire il soffione rotto o rovinato

Esistono docce di qualità differente, ma tutte dopo un certo numero di anni di utilizzo tendono a deteriorarsi. Ruggine e calcare rischiano di comprometterne il funzionamento, provocando crepe, otturazioni o perdite d’acqua. Il soffione e il tubo flessibile che lo alimenta possono essere sostituiti con facilità, allentando con una pinza o una chiave inglese le ghiere di bloccaggio.
Non resta che posizionare la nuova guarnizione all’interno della ghiera e fissare il nuovo tubo e il nuovo soffione. In commercio ne esistono di varie forme, funzionalità e dimensioni, ma tutti sono dotati di attacchi standard adatti ad ogni tipo di bagno. Più complesso il caso in cui si debba sostituire un sistema doccia completo o un soffione a parete. Se non sei esperta meglio rivolgerti ad un idraulico.

Riparare il soffione della doccia

Sbagliato buttare un soffione leggermente rovinato o con qualche piccola crepa, in molti casi questi piccoli problemi si possono risolvere con delle riparazioni fatte in casa che ci permetteranno di prolungarne l’utilizzo. Basta aggiustare il soffione con la colla Pattex 100%, una colla adesiva che può essere utilizzata su metalli e superfici verniciate. Verifica che la superficie da incollare sia ben pulita. Irruvidisci leggermente la parte da incollare prima di agire per ottimizzarne la tenuta. Applica uno strato sottile di colla Pattex 100% per un incollaggio trasparente, più spesso se lo spazio è superiore a 5mm. Eventualmente premi le parti con decisione, usando un morsetto. Maggiore è la pressione, migliore la tenuta. Attendi qualche ora per un indurimento e una tenuta ottimale. Ora il soffione della doccia è di nuovo pronto per qualsiasi uso.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta