2019/08/19 21:44:5312988
2019/08/19 21:44:537523

COSA MANGI?

Frullato energetico per studiare: come farlo per chi è sotto esame

LEGGI IN 2'

Ci sono periodi dell'anno in cui c'è una maggiore richiesta di performance a livello mentale, momenti in cui la concentrazione è normalmente più elevata e il dispendio fisico maggiore. La Maturità o gli esami universitari sono senza dubbio da annoverare in questa casistica, in quanto allo studente viene chiesto un exploit di un certo livello.

Per questo motivo i buoni stili di vita, ma anche un'alimentazione nutriente ma leggera, che dia energia senza appesantire, sono fondamentali. Per una colazione o una pausa di metà mattina o pomeriggio che forniscano gli zuccheri necessari al cervello, possiamo provare il frullato energetico per studiare, una bevanda ricca di gusto e facile da preparare.

Ovviamente gli ingredienti possiamo variarli in base a gusti ed esigenze, ma in generale è preferibile usare un latte vegetale, come quello di mandorle o di avena, che vengono incontro anche a chi non digerisce bene quello vaccino. In più utilizziamo la frutta di stagione, che fornisce vitamine e minerali utili alla salute e alla concentrazione, più frutta secca per magnesio e vitamina E.

Un buon frullato energetico per studiare può essere con latte di avena, una manciata di mandorle, una banana, un paio di datteri, una mela, qualche foglia di spinacio, un gambo di sedano, un paio di carote, un cucchiaino di spirulina (alga ricca di ferro), un cucchiaino di cacao in polvere e mezzo di cannella sempre in polvere. Se abbiamo bisogno di più energia sì anche ad un po' di miele.

Come detto, possiamo variare gli ingredienti a seconda del gusto e dei bisogni del momento, ma sicuramente cerchiamo sempre di mantenere un apporto nutrizionale bilanciato. Non eccediamo con gli zuccheri, salvo particolari necessità, che possono creare picchi glicemici, ma allo stesso modo evitiamo di addizionare alimenti con caffeina, che può dare tachicardia.

Nella ricetta del frullato energetico scritta in alto abbiamo messo un cucchiaino di cacao, che è leggermente stimolante, ma ha meno effetti collaterali rispetto al caffè. Se non ci piacciono i datteri, possiamo comunque dare dolcezza alla bevanda con l'uvetta passa o con frutta più zuccherina, come le pere mature.

Se ci piace l'abbinamento frutta e verdura, mescoliamole senza timore, rispettando la scala cromatica. Vegetali verdi, rosso violacei, gialli aranciati non devono mai mancare. Il nostro frullato energetico per studiare sarà un vero toccasana per lucidità e performance mentale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione