COSA MANGI?

La melagrana

LEGGI IN 2'

Innanzittutto, togliamoci un dubbio: si dice melograno o melagrana? Ilmelograno si usa in riferimento alla pianta, mentre il termine melagrana, che nel linguaggio dei fiori significa "amore ardente", sta a indicare il suo frutto con le tipiche bacche rosse. La pianta trova le sue origini nell’Asia Occidentale e appartiene alla famiglia delle Punicaceae. La sua crescita è piuttosto lenta ma riesce ad arrivare ad un’altezza anche di cinque metri con rami contorti e spinosi. La sua diffusione è fiorente dove il clima risulta essere più caldo perché troppe piogge ed elevata umidità possono compromettere la pianta. Il suo frutto è la melagrana, una bacca carnosa con una buccia spessa di colore giallo con le classiche sfumature rosso - arancio. Al suo interno sono presenti numerosi semi ricoperti da una polpa rossa e trasparente, il cui sapore è inconfondibile e leggermente aspro. 

Come scegliere la melagrana?

Quando si acquista questo frutto, è importante controllare l’intera superficie per verificare che non siano presenti rotture o ammaccature. Inoltre, per essere matura la melagrana deve avere un colore rosso con sfumature giallastre. La maturazione è importantissima perché avviene solo sulla pianta: comprando un frutto acerbo non c’è possibilità che maturi successivamente.

Le varietà più conosciute in Italia sono Dente di Cavallo, Neirana, Profeta Partanna, Selinunte, Ragana e Racalmuto, con un sapore decisamente agrodolce. Altri tipi di melagrana hanno semi tanto duri da non poter essere nemmeno commestibili e quindi vengono usate a scopo ornamentale, ad esempio per centrotavola.

Melagrana, proprietà benefiche e usi

La melagrana è un frutto ricchissimo di vitamina C e minerali che la rendono un vero e proprio vaccino contro i malanni di stagione. È anche un antiossidante naturale, un aiuto per riequilibrare il sistema ormonale - ad esempio durante la menopausa. Ci sono diversi modi per inserire nella tua dieta questo frutto e sfruttarne i benefici per la salute.

Puoi usare le foglie di melograno per preparare un infuso da utilizzare come antispasmodico e tonico, o per rafforzare le gengive e la gola. Usa il succo ricavato dalla melagrana ben matura per creare una piacevole bevanda diuretica, indicata nelle infiammazioni uriniarie e biliari.

Oltre a infusi e succhi, puoi usare la melagrana in moltissime ricette detox. Prova ad abbinare i chicci di melagrana con i finocchi in una gustosa insalata invernale, oppure sfrutta la melgrana per aumentare la digeribilità delle carni

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione

A partire dal 18/04/2018 abbiamo aggiornato la nostra privacy policy in totale rispetto dei nuovi standard del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) introdotto dall’Unione europea.

Accetta la politica sulla privacy INFORMATIVA PRIVACY