2019/08/21 21:20:1433239
2019/08/21 21:20:1435986

GRAVIDANZA

Tinta per capelli in gravidanza: si può fare?

LEGGI IN 2'

In gravidanza l'attenzione delle future mamme è indirizzata al benessere personale, da salvaguardare al massimo per tutelare la salute del proprio bambino. Anche i normali rituali di bellezza, come la tintura dei capelli, si adeguano al nuovo ciclo, mantenendo intatti quelli più sicuri e modificando o rinunciando a quelli che possono creare problemi.

Molte future mamme si chiedono, ad esempio, se la tinta per capelli si possa fare in gravidanza, preoccupate dagli effetti collaterali potenziali delle sostanze chimiche sul feto. Di sicuro colorare la capigliatura non è da considerarsi un mero vezzo, ma è spesso un modo per coprire eventuali fili d'argento e vedersi più curate, accettando anche meglio tutte le modifiche del proprio corpo.

Ovviamente, la salute innanzi tutto, perciò va benissimo coccolarsi dal parrucchiere, ma con le dovute attenzioni. Iniziamo col dire che le tinture naturali, prive di ammoniaca e sostanze potenzialmente allergizzanti, possono essere fatte in tutta sicurezza. L'henné e le altre erbe tintorie, purché pure, sono un buon modo per tenere in ordine la chioma senza pensieri.

Per quanto riguarda le tinture chimiche, purché prive di sostanze acide e decoloranti, va detto che possono essere comunque fatte passato il primo trimestre, che è quello più critico. I tempi di posa della colorazione infatti sono piuttosto brevi e normalmente il prodotto viene applicato sul fusto e non a diretto contatto col cuoio capelluto, limitando quindi l'assorbimento di eventuali sostanze da parte della pelle.

In ogni caso, visto che la gravidanza è un periodo di grandi cambiamenti per il corpo della futura mamma, che diventa anche più sensibile ad odori e allergie, è bene fare sempre un piccolo test della tinta in una zona poco visibile della chioma, tipo dietro la nuca. Se dopo 24 ore non c'è stata alcuna reazione, possiamo stare tranquille.

Ricordiamoci invece sempre che i prodotti schiarenti, come l'acqua ossigenata o le tinte con ammoniaca, andrebbero sempre evitati durante i 9 mesi di gestazione. Per shatush o decolorazioni particolari è quindi preferibile attendere di aver partorito, così da tutelare la salute del piccolo che abbiamo in grembo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione