CERIMONIA DI MATRIMONIO: GUIDA

Il matrimonio civile: cos'è e come funziona?

LEGGI IN 1'

Al matrimonio civile, pur se di regola molto più breve di quello religioso, può essere ugualmente conferita una certa solennità anche perché, il municipio, è spesso ospitato in un palazzo storico e la sala in cui si svolge la cerimonia può essere di notevole bellezza.

Trattandosi comunque per lo più di sale adibite alla celebrazione nuziale molto sobrie nello stile architettonico, è preferibile senz'altro adornarle, previa autorizzazione, con un discreto addobbo floreale costituito, magari, da qualche cesto di fiori freschi e piante verdi.

L'arrivo in municipio dei futuri sposi deve avvenire in perfetto orario, non essendo tollerato alcun ritardo, neppure per la sposa! La sposa, deve giungere al braccio del padre, procedendo nella sala in cui lo sposo l'attende accanto al tavolo dell'officiante (il sindaco in persona oppure, un ufficiale di stato civile) con gli invitati la cui disposizione, segue la regola classica (a destra, quelli dello sposo; a sinistra, quelli della sposa).

Il rito è piuttosto breve (in genere, non più di 15 - 20 minuti in tutto), e nel complesso comprende:

1. La lettura degli articoli del Codice civile da parte dell'officiante;

2. La classica domanda di rito: (" Vuoi tu...."), seguita dalla risposta degli sposi;

3. Il tradizionale scambio degli anelli nuziali;

4. La firma dei registri da parte degli sposi e, quindi, dei rispettivi testimoni;

5. Un breve discorso augurale da parte dell'autorità comunale che ha celebrato la cerimonia.

 

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Valeria

oggi conviene :)

2 anni fa

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione