COSA MANGI?

Come lavare fragole e frutti di bosco per non rovinarli

LEGGI IN 2'

Fragole e frutti di bosco sono doni di madre natura amatissimi da grandi e piccini. Buoni da consumare così o in macedonia, sono anche ottimi ingredienti per confetture o come decorazione di torte e dessert di ogni genere. Ma attenzione, perché avendo una buccia sottile, che ci permette di consumarli direttamente, questi prodotti si alterano molto facilmente.

Il troppo caldo, il sole diretto o al contrario il freddo prolungato (salvo che non li ghiacciamo appositamente per creare frullati e frappé rinfrescanti) possono infatti rovinarne la parte esterna e comprometterne il sapore, ma anche un lavaggio troppo aggressivo può fare altrettanto, rendendo fragole e frutti di bosco più molli.

Tuttavia, l'igiene deve essere sempre al primo posto quando si parla di cibi, perciò la pulizia di frutta e verdura non può mai mancare. In questo caso però, visto che soprattutto fragole, more e lamponi, sono più difficili da lavare rispetto ad altra frutta, sarà nostra cura provvedere a pulirli in maniera delicata ed efficace.

Lavare fragole e frutti di bosco con il risciacquo

Innanzi tutto, il lavaggio dei frutti rossi andrebbe fatto solo al momento dell'utilizzo. Fragole e lamponi sono delle vere e proprie spugne, in grado di assorbire l'acqua soprattutto quando il grado di maturazione è avanzato. Per tale ragione è bene evitare di lavare questi prodotti appena portati in casa, perché se non li consumiamo subito, li potremmo vedere ammaccati nel giro di poco.

Atra cosa importante, quando è arrivato il momento di pulire fragole e frutti di bosco, perdiamo qualche minuto per verificare che non ci siano muffe e che tutta la frutta sia al giusto grado di maturazione e, per fragole e fragoline, ricordiamoci di non togliere mai il picciolo prima del lavaggio, per evitare un eccessivo assorbimento di acqua.

Laviamo i frutti in gruppetti piccoli, in modo che il peso degli uni sugli altri non li rovini, mettendoli in uno scolapasta e sciacquandoli sotto l'acqua corrente a getto minimo, muovendoli con le mani. Se ci sono tracce di terra possiamo anche spolverarci sopra un po' di bicarbonato, che aiuterà ad eliminarla.

Lavare fragole e frutti di bosco con l'ammollo in aceto o amuchina

Bene anche il bagno in acqua e aceto, 3 parti della prima per 1 parte del secondo, a patto che l'acqua sia fresca e che si immergano nella soluzione pochi frutti alla volta, per evitare che lo strofinio li rovini. Usiamo le dita per eliminare eventuali tracce di terra o sporcizia.

Per un maggiore livello di igiene possiamo anche tenere fragole e frutti di bosco a bagno in acqua molto fredda e amuchina, sciacquando poi tutto. Dopo ogni lavaggio, qualunque sia il metodo usato, asciughiamo subito la frutta con carta assorbente, per evitare che l'umidità residua maceri la superficie.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione