LE CITTÀ D'ITALIA DOVE SI TRADISCE DI PIÙ

Le città d'Italia dove si tradisce di più

L'Italia non è un paese avvezzo alla fedeltà, a dircelo sono alcune statistiche impietose

Le statistiche europee e mondiali non hanno dubbi. Sulla questione infedeltà l'Italia è sempre nei primi posti delle classifiche, un primato di cui certo non si può andare fieri. Secondo una stima impietosa del giornale inglese The Indipendent, solo due anni fa i fedifraghi del Belpaese si attestavano sul 45% della popolazione, quasi 1 su 2, mettendo lo stivale al quarto posto dei cheaters nella top ten globale.

Peggio di noi solo la Thailandia, sul gradino più alto del podio e a seguire Danimarca e Germania. La fonte dei dati è Match.com, il sito di incontri più gettonato nel mondo, dal 2010 gemellato con Meetic, che ha analizzato profili e desideri dei suoi utenti registrati.

Ma c'è chi ha fatto di più. La società americana di ricerca e selezione di personale qualificato Rober Half Executive Search, ha recentemente redatto una lista delle città italiane dove si tradisce di più, concentrandosi in particolare sulle scappatelle nate sul luogo di lavoro.

Ebbene, in cima alla classifica troviamo Milano, tanto frenetica quanto avvezza alle corna. Subito dopo arrivano Roma e Bologna, che si aggiudicano rispettivamente secondo e terzo posto. Emblematico il dato percentuale: in Italia nel 61% delle aziende nascono relazioni fra i dipendenti.

Ma da Gleeden.com, noto sito di incontri extraconiugali, arrivano numeri un po' diversi. Se infatti le grandi metropoli su citate sono quelle con più lavoratori fedifraghi, parlando di società in generale, vediamo che al primo posto delle città più traditrici spunta Caserta, con un tasso di infedeli dell'11,6%.

Al secondo posto Treviso con l'11,1%, poi Bergamo con il 9,6%. Milano solo quarta con l'8,7% e, udite udite, al quinto posto Lecce, la perla del Salento (e dei cornificatori) con un poco onorevole 8,4%.

Ovviamente la ricerca, basandosi sul numero di iscritti al sito, può essere interpretata in due modi: tutti gli infedeli d'Italia sono registrati a Gleeden e quindi effettivamente le statistiche ci dicono il vero. Oppure le città tirate in causa sono semplicemente quelle dove questo strumento è quello preferito per tradire.

In ogni caso un dato è certo: Gleeden vanta quasi 500mila utenti italiani. Qualcosa vorrà pur dire.

Per quale motivo hai letto questo articolo?

Il titolo mi incuriosiva

Curiosità è il mio secondo nome

Il titolo mi incuriosiva

Curiosità è il mio secondo nome

COSA NE PENSI ?

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione
close