COME ILLUMINARE LA TUA CUCINA

Come illuminare la tua cucina

La cucina è lo spazio che in una casa deve avere un’illuminazione adeguata, funzionale per la preparazione dei cibi e piacevole da vivere.

La cucina è la zona operativa per eccellenza e se hai a disposizione la luce naturale sfruttala al massimo mentre prepari le tue pietanze. È sempre bella e mette di buon umore!

Ma quando cala la sera, in inverno o in mancanza di finestre vicine è bene affidarsi a un sistema di illuminazione che possa aiutarti a migliorare l’operatività senza sacrificare il valore estetico dell’ambiente.

La fase di progettazione è importante: disponi i punti luce in rapporto all’intensità della luce che vuoi ottenere e all’effetto che vuoi creare nel tuo spazio. 

  • Come puoi distribuire in modo efficace la luce in cucina

Sopra il piano di lavoro: posiziona le lucisopra i fornelli, sopra il lavello, all’interno dei pensili e sotto i pensili, per illuminare la dispensa e le suppellettili che ti servono, per controllare la preparazione dei pasti sul piano di lavoro e la cottura dei cibi.

Sospesaal centro della stanza: questo tipo di illuminazione è d’atmosfera e fornisce punti focali importanti, determina però solitamente zone d’ombra, per questo ai lampadari sospesi è sempre bene abbinare un’illuminazione diretta e direzionabile per la zona di lavoro. 

A parete: lampade a parete collocate in diversi punti strategici servono a fare luce nelle zone che più ci interessano.

A incasso: downlight e spotlight, faretti da incasso, fissi od orientabili, installati in un controsoffitto o in una veletta in cartongesso creata ad hocsono molto eleganti e permettono una luce diffusa.

Orientabili: luci direzionali rendono viva l’atmosfera e si orientano verso punti specifici dell’ambiente, come angoli e nicchie, piani di lavoro e vetrinette. 

  • I vari tipi di lampade: quali usare

Led: in tante cromie, luce fredda, media e calda, vanno tanto di moda, sono efficaci e garantiscono un notevole risparmio energetico fornendo un’illuminazione sia diretta che indiretta.

Lampade alogene: offrono una buona illuminazione dei piani di lavoro, sottolineano i particolari e allo stesso tempo sono in grado di creare atmosfera nell’ambiente anche se consumano molto di più dei led. 

Lampade fluorescenti: consumano circa l’80% in meno delle lampadine normali senza perdere in efficienza.

Ti ha ispirata questo articolo?

Certamente, è quanto mi serviva

Mi ha dato spunti interessanti

Certamente, è quanto mi serviva

Mi ha dato spunti interessanti

COSA NE PENSI ?

Cinzia  7 mesi fa

La CUCINA dove IL GIORNO passo il maggior TEMPO A CUCINARE

Debora  7 mesi fa

Ottima idea la copiero

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione
close