ALTRI AMBIENTI

Come eliminare i pappataci: breve vademecum

LEGGI IN 2'

Se si ha a disposizione un giardino, l'estate è la stagione più invitante per utilizzarlo: cene, momenti di relax e di svago sono soltanto alcune delle attività che si possono svolgere nel proprio angolo verde. Con l'estate, però, arriva anche un pericolo, che proprio in un giardino si fa ancor più minaccioso: i pappataci. Presenze a dir poco sgradevoli a causa delle fastidiose punture, che causano pruriti e gonfiori. Come si possono eliminare i pappataci e godersi così le serate all'aperto? Ecco un breve vademecum.

Fra i fattori che incentivano la prolificazione dei pappataci ci sono l'umidità e il caldo intenso, dunque è facile capire perché l'estate sia la loro stagione preferita. Con alcuni accorgimenti, però, puoi fare in modo che tali insetti non invadano gli ambienti domestici, compresi giardino o terrazzino. Per prima cosa devi innaffiare con attenzione, per fare in modo che non si formino ristagni, particolarmente amati dai pappataci.


Di fondamentale importanza è tenere puliti i sottovasi e per contrastare la crescita delle larve si possono inserire delle monete in rame – quelle da 1, 2 e 5 centesimi – all'interno dei sottovasi stessi. La quantità corretta è di circa 30 grammi per ciascun sottovaso. Per tenere lontani sia i pappataci che le zanzare ci sono alcune piante aromatiche che hanno capacità repellenti; fra queste troviamo il geranio, la menta, il basilico, il rosmarino e il timo.

I pappataci, però, sono particolarmente insidiosi poiché le zanzariere tradizionali non sono in grado di fermarli; essendo piuttosto piccoli, riescono a passare attraverso le maglie e a introdursi così in casa. Fra le soluzioni più efficaci per contrastare i pappataci fra le mura dell'abitazione ci sono le nuove lampade fotocatalitiche: producono CO2, esattamente come fa il respiro umano, e dunque attraggono i pappataci per poi ucciderli.

Per impedirne la proliferazione è necessario, infine, eliminare i focolai di infestazione, in particolare i detriti organici di cui le larve di questi insetti si nutrono. Un ulteriore deterrente per i pappataci è la luce solare: ecco perché durante il giorno bisogna areare per bene i locali, favorendo la penetrazione dei raggi solari.



Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione