LEGGI IN 2'

Fino a qualche tempo fa era possibile scegliere con molta libertà la chiesa dove sposarsi. Spesso veniva scelta una chiesa particolarmente suggestiva o artisticamente importante per ovvi motivi estetici. Oggi quasi tutte le diocesi italiane sono propense a non concedere l'utilizzo di chiese per celebrazioni matrimoniali quando non ci sia un legame con la chiesa dove si intende celebrare il matrimonio.

La disposizione degli invitati in Chiesa (per il cui arrivo non sono ammessi ritardi), viene spesso guidata da un parente degli sposi. Quella più tradizionale vuole a sinistra i parenti e gli amici intimi della sposa, a destra quelli dello sposo; la prima fila di ambo i lati, è riservata ai rispettivi genitori e fratelli; la seconda, a nonni e zii; la terza, agli ospiti più vicini alle famiglie degli sposi; a seguire, gli altri parenti e infine, tutti gli altri amici e conoscenti della coppia.

L'ingresso in Chiesa avviene sottoforma di "piccolo corteo" composto da paggetti, seguito dalla sposa e dal di lei padre che le porge il braccio sinistro, infine, le damigelle che si occupano del velo e dello strascico. Giunti all'Altare il padre affida la figlia al futuro genero stringendogli la mano e sedendosi al primo banco sulla sinistra.

L'uscita dalla Chiesa avviene in modo ordinato e soprattutto discreto, si può formare di nuovo un corteo dietro gli sposi, oppure, più comodamente, parenti ed amici possono uscire alla spicciolata, mentre gli sposi e i testimoni convengono al momento delle firme sul registro. Sul sagrato della Chiesa parenti ed amici provvederanno al consueto lancio del riso.

Non dimentichiamoci che l'offerta serve a coprire le spese per la cerimonia (luci, addobbi, riscaldamento, etc..) con l'esclusione dei fiori che sono a carico degli sposi. In alcuni casi può capitare che il parroco suggerisca un certo importo per l'offerta.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta