2019/07/19 00:35:0349307
2019/07/19 00:35:0327606

NASCITA

Consigli durante l'allattamento

LEGGI IN 3'

Consigli durante l'allattamento

Verità e falsi miti dell’allattamento
Il passaparola e le credenze sull’allattamento sono arrivate tranquillamente fino ai giorni nostri. Non solo la gravidanza ma anche la dieta in allattamento sembra essere ricca di ‘false verità’. Queste non fanno che accrescere la paura delle neomamme nei confronti dei loro piccoli. L’alimentazione, in particolare, sembra essere soggetta a diverse informazioni sbagliate. Iniziamo dalla domanda principale: esistono davvero cibi che bisogna evitare assolutamente durante l’allattamento?

Il cibo in allattamento
Una delle convinzioni più diffusa è che alcuni cibi non vadano mangiati dalla neomamma perché potrebbero fornire un cattivo sapore al latte materno o addirittura provocare allergie al bambino. Niente di più sbagliato: l’alimentazione deve essere sana, equilibrata e varia fin dalla gravidanza.

In questo modo se la madre continuerà a mangiare le medesime cose, il suo latte diventerà ancora più gustoso e familiare per il neonato. Ovviamente ci sono dei cibi ‘caldamente’ sconsigliati ma si limitano a funghi e frutti di mare perché forti veicoli di batteri.

Le regole dell’allattamento
La dieta. Moderazione e consapevolezza del cibo devono essere le parole chiave della neomamma. Durante l’allattamento, in media, si devono assumere circa 500 calorie in più del fabbisogno giornaliero. Una media non perfetta ma da valutare a seconda del peso accumulato in gravidanza. Se non si perde peso molto probabilmente è perché ‘si sta mangiando troppo’. In questa fase sarà la stessa mamma a notare quali cibi della propria alimentazione possono dare fastidio al neonato, eliminandoli in seguito.

L’alimentazione. È fondamentale mantenere un regime alimentare equilibrato e vario a partire dalla gravidanza. Moderare e variare sono, infatti, i termini da tenere sempre presente. Per le mamme che seguono una dieta vegetariana è importante soddisfare la carenza di vitamina B 12 assumendo integratori specifici.

I pasti. Ricorda anche di non saltare i pasti ma piuttosto di prendere l’abitudine di fare degli spuntini, a metà mattina, al pomeriggio e se serve anche di notte, tra una poppata e l’altra. Con spuntini si intendono alimenti semplici, sani e non elaborati.

L’acqua. Elemento fondamentale nella vita di tutti, non deve essere trascurata una buona idratazione. Quindi sì come sempre all’acqua!

I nemici. Alcol, fumo e caffeina: questi influiscono negativamente sull’allattamento e sarebbe opportuno eliminarli. L’alcol, ad esempio, può passare al latte ed essere assimilato dal bambino, il fumo di sigaretta, invece, può ridurre la produzione di latte mentre la caffeina causa iperattività e difficoltà di riposo.

Sport. L’attività sportiva non deve essere eliminata perché se fatta con moderazione aumenterà la produzione del latte. L’idea è trovare la giusta continuità tra la gravidanza e i mesi dell’allattamento per evitare di diventare sedentarie e assumere peso eccessivo.

Influenza. È anche importante sottolineare che la sindrome influenzale non è una causa per cui rinunciare all’allattamento. Più precisamente se le condizioni generali non compromettono lo stato di salute della mamma non esiste alcun pericolo: il latte, infatti, non trasmette il virus ma piuttosto il contagio può avvenire tramite le vie aeree. Per quanto riguarda i farmaci, invece, molti di essi possono essere secreti nel latte, è importante, quindi, chiedere al medico prima di assumerli.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione