2019/12/12 04:56:2031036
2019/12/12 04:56:2033921

GRAVIDANZA

I diritti della gestante

La Carta dei diritti della gestante del Tribunale per i diritti del malato di Trieste nasce per offrire alla donna, anche attraverso l'introduzione di precisi riferimenti, una ulteriore consapevolezza del proprio ruolo di protagonista attiva e informata della maternità
LEGGI IN 2'

Questa carta tiene conto della realtà triestina e quindi non riprende punti qualificanti già acquisiti nelle strutture locali, quali il diritto alla stanza da parto singola ed il diritto ad essere assistita, durante il parto, dal partner o da una persona a propria scelta. Ma si tratta comunque di un punto di riferimento generale che mira al rispetto dei diritti elementari della donna.

1 - il diritto di ottenere in qualsiasi situazione un linguaggio corretto, educato, rispettoso da parte degli operatori sanitari e tecnici.

2 - il diritto alla totale riservatezza delle notizie che la riguardano.

3 - il diritto alla privacy, riferita sia alla persona sia ai propri affetti.

4 - il diritto a non subire alcun tipo di discriminazione organizzativa, sanitaria e comportamentale.

5 - il diritto di ottenere precise informazioni circa i luoghi in cui partorire.

6 - il diritto di ottenere precise informazioni riguardo alle modalità del parto possibili nelle diverse situazioni.

7 - il diritto di conoscere le competenze e responsabilità delle diverse figure professionali e di conoscere il nome e la qualifica dell'operatore sanitario che prescrive e/o somministra un medicamento oppure decide e/o esegue una procedura durante il travaglio ed il parto.

8 - il diritto di ottenere informazioni esposte con linguaggio chiaro e comprensibile, fruibile da tutte le persone a prescindere dalla cultura e scolarità.

9 - il diritto di essere informata prima della somministrazione di qualsiasi farmaco o procedura se questa sia proposta per ottenere un beneficio per lei o per il bambino oppure sia una scelta diversa (per convenienza, per routine organizzativa o a scopo didattico).

10 - il diritto a determinare da sola, dopo esauriente e chiara informazione su rischi e benefici e senza alcuna pressione da parte di chi la assiste, se accettare o meno farmaci, pratiche o procedure relative alla sua persona.

11 - il diritto a potersi riferire per quanto possibile, anche durante il travaglio e parto in ospedale, ad un unico operatore che si occupi di lei e con il quale interagire per ottenere consigli, sostegno, incoraggiamento, benessere emozionale, assistenza.

12 - il diritto alla libera scelta di posizioni e comportamenti durante il travaglio ed il parto, fatte salve eventuali specifiche restrizioni motivate da controindicazioni documentate.

13 - il diritto del proprio figlio ad una nascita senza violenza in un ambiente protetto dalle luci dove sia eliminato ogni rumore superfluo ed ogni presenza non strettamente necessaria.

14 - il diritto ad un immediato contatto con il bambino dopo il parto a meno di specifiche necessità assistenziali.

15 - il diritto a veder favorito il rapporto con il bambino ed il padre attraverso liberi orari di visita ed il rooming-in.

16 - il diritto a veder riconosciute ed applicate le raccomandazioni della ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA' (OMS - tecnologia appropriata per la nascita - maggio 1995).

(Fonte, www.ilmioparto.it)

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione