PRIMA INFANZIA

Occhio all'influenza

LEGGI IN 1'
Quando ci si avvicina ai mesi più freddi dell'anno si entra nella stagione del rischio influenzale. In questo periodo sono proprio i più piccoli ad essere più esposti e vulnerabili all'attacco di questo fastidioso malanno. Come fare allora per affrontare al meglio il problema?

Innanzitutto bisogna precisare che il pericolo non viene solo dalle tanto temute influenze, nei mesi autunnali ed invernali, infatti, ad insidiare la salute dei più piccoli ci pensano anche i virus del raffreddore. Ecco quindi che dal mese di ottobre è meglio iniziare ad alzare la guardia.

In primo luogo è importante seguire alcune misure di prevenzione generiche: lavarsi spesso le mani, convincere anche i bambini a fare lo stesso e ricordare sempre di coprire la bocca e il naso quando si starnutisce.

Per garantire la maggior protezione possibile contro l'influenza l'arma più efficace è senza dubbio il vaccino, ma occorre muoversi per tempo. Il momento migliore per immunizzarci ed immunizzare i più piccoli va dalla metà di ottobre a fine novembre, in quanto bisogna essere vaccinati almeno 15 giorni prima che inizi il periodo di contagio.

La vaccinazione è una misura importante specialmente per i bambini 'a rischio', quelli cioè con una patologia cronica, per i quali l'influenza può avere complicanze serie. Per loro e per i famigliari il vaccino è offerto gratuitamente dal Sistema Sanitario Nazionale.

(Fonte: Donna&mamma)

Iscriviti alla newsletter di donnad

Leggi tanti nuovi contenuti e scopri in anteprima le iniziative riservate alla community.