TEMPO LIBERO

Agonismo sì, agonismo no: 4 consigli per decidere

LEGGI IN 2'

Tuo figlio si è innamorato dello sport che pratica nel tempo libero e ora gli hanno prospettato la possibilità di fare attività agonistica e tu non riesci a capire se è la scelta migliore per lui? Ecco 4 consigli per prendere una decisione!

  • Non pensare mai che la vostra sia una scelta definitiva: se hai dei dubbi sul fatto che il tuo bambino possa conciliare tutte le sue attività, l’impegno agonistico e quello scolastico, muoviti in modo che l’inserimento sia graduale, confrontandoti con i suoi allenatori e con chi ti dovrà dare una mano nella gestione quotidiana.
  • Parlatene in famiglia in totale serenità: spiega al tuo bambino che forse dovrà fare delle scelte per assecondare il suo desiderio. Rispondi ai suoi dubbi ed eventualmente coinvolgi l’istruttore per tutte quelle domande su cui ti senti impreparata.
  • Organizzazione quotidiana: si può fare! Potresti essere un po’ preoccupata dal livello di impegno richiesto per gestire un maggior numero di spostamenti; come darti torto? Ti consigliamo di “fare squadra” con gli altri genitori coinvolti nell’attività agonistica per dividervi i compiti. Inutile farsi scrupoli: ti accorgerai che molti di loro hanno le stesse preoccupazioni che hai tu e saranno felicissimi se proponi loro di darvi una mano a vicenda. Realizza uno schema settimanale e proponi un’alternanza con le altre famiglie per accompagnarli e andare a prenderli.
  • L’agonismo è un ottimo allenamento, non solo fisico: considera tutti i lati positivi dell’avviamento a un’attività agonistica.  Se il tuo bambino è davvero appassionato, non solo imparerà la disciplina per raggiungere un obiettivo, ma lo farà in maniera sana e in mezzo a tanti coetanei con cui potrà stringere rapporti di amicizia che vanno oltre a quelli che intrattiene a scuola. Gli atleti poi devono imparare a organizzarsi per riuscire a conciliare impegni sportivi e vita quotidiana: cosa c’è di meglio per incanalare passione, competitività e tenere alla larga la pigrizia?

 Prima di prendere una decisione, ascolta il tuo bambino il più possibile: sarà lui il vero ago della bilancia e se è davvero convinto a intraprendere questa nuova avventura, lasciati travolgere dal suo entusiasmo e metti da parte preoccupazioni e paure! 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta