CANI E GATTI

La vecchiaia di Fido

LEGGI IN 3'

Il cane in età matura

I nostri cani non restano cuccioli per sempre, ma crescono e invecchiano, richiedendo al padrone cure diverse e specifiche, rivoluzionando la routine giornaliera che li riguarda e alla quale ci avevano abituato. Non esiste un’età standard che stabilisca l’età precisa in cui sopraggiunge la vecchiaia, anche se esistono delle caratteristiche che permettono di valutare le principali differenze esistenti tra le razze canine. In particolare, i cani di taglia più grossa inizieranno ad invecchiare intorno ai 7 anni, mentre l’età si sposta più avanti in presenza dei cani di piccola taglia. Le aspettative di vita sono dunque più rosee per i cani più piccoli che, in casi eccezionali, possono oltrepassare anche i 20 anni di età.

I ‘sintomi’ della vecchiaia

Non è difficile capire quando il tuo cane inizia ad invecchiare, specialmente in presenza di alcuni caratteri distintivi che indicano che Fido ha raggiunto ormai un’età matura. L’attività metabolica è la prima ad essere intaccata: il cane apparirà decisamente più appesantito e affaticato con relativa atrofizzazione muscolare e perdita di esuberanza. La robustezza varia invece in base ai diversi casi: sono molti i cani che tenderanno ad ingrassare, fino all’obesità, e molti altri che invece evidenzieranno la tendenza opposta.
Oltre  ad un ingrigimento del pelo con conseguente perdita di lucidità, il vero campanellino dall’arme è dato da un incedere lento e zoppicante, indice dell’assottigliamento repentino delle ossa o dell’artrite che rende i movimenti di Fido particolarmente difficoltosi e lenti.

Il caratteraccio di Fido

La vecchiaia dei cani, come quella dei padroni, comporta un brusco e repentino cambio nelle attività giornaliere dell’animale che si rivelerà sempre meno incline al cambiamento. Cambiare abitazione o abitudini diventerà per Fido insostenibile e anche l’eccitazione di conoscere gente nuova o di giocare con i bambini non lo entusiasmerà più così tanto.
L’udito si rivela un altro problema capace di condizionare profondamente l’attività sociale del cane: per capire l’effettiva gravità (o meno) della sua condizione prova a chiamarlo da lontano, avvicinandoti poco a poco se Fido non risponde.

Bocca e denti sani!

Se tanto hai combattuto quando Fido era ancora giovane, tanto dovrai applicarti adesso che il tuo cane ha raggiunto una certa età. L’alito e l’igiene orale di Fido, infatti, diventeranno ancora più ostici da controllare perché è proprio la bocca che, con l’invecchiamento, subisce grandi modifiche date da un accumulo eccessivo di tartaro sullo smalto e da gengive periodicamente infiammate, all’origine della sgradevole alitosi. Per questo motivo i denti vanno periodicamente lavati e spazzolati con una frequenza certamente più assidua di quando il tuo cane era un cucciolo.

Le attenzioni e le cure

Dopo esserti fatta scrupolosamente consigliare dal tuo veterinario di fiducia, è opportuno conoscere le regole che ti permettono di mantenere un comportamento consono e accorto nei confronti del tuo amico a quattro zampe.
- E’ bene, anzitutto, tener controllata la sua alimentazione e il suo peso e ricorrere al parere di un esperto qualora ci fosse la necessità di iniziare una dieta.
- Anche se il tuo cane è diventato pigro e indolente, è importante non assecondare questa sua tendenza e non rinunciare, quindi, alle buone abitudini mattutine: una passeggiata, infondo, è anche una buona occasione per consentire a Fido di fare i suoi bisogni, necessità che diventa sempre più frequente con l’età.
- E’ importante continuare a prendersi cura del proprio amico con l’aiuto di prodotti specifici e certificati, lavarlo e spazzolarlo frequentemente.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta