ALTRI ANIMALI

La dieta del criceto

LEGGI IN 2'

Un’alimentazione ricca ed equilibrata

L’alimentazione del criceto, al contrario di quanto si potrebbe facilmente pensare, richiede molta attenzione in quanto molto varia e specifica. I criceti, infatti, sono onnivori e i mix di cibo venduti nei negozi di animali non possono sostituirsi completamente a tutti gli alimenti perché ricchi di grassi ma poveri di proteine, calcio e vitamine. La base ideale da cui partire deve comprendere un insieme di cereali, tra cui avena, orzo, grano e mais.

Una dieta a base di soli semi, soprattutto di girasole, porta spesso i criceti a soffrire di obesità. è fondamentale, dunque, integrare nella sua alimentazione di tutti i giorni, vari alimenti per permettergli di mantenere una corretta forma fisica.

Sì a frutta, verdura e proteine

Tra gli alimenti da inserire nella dieta del criceto, in evidenza, ci sono sicuramente la frutta e la verdura. Ricorda sempre di preparare il cibo fuori dal frigorifero per tempo perché la ‘temperatura ambiente’ è l’unica che non crea effetti collaterali al tuo piccolo amico. Il cibo freddo, infatti, potrebbe provocare qualche ‘problema digestivo’ non molto piacevole. Se, invece, scegli le verdure cotte, queste devono essere cucinate bollite o in microonde.

Nella dieta del tuo criceto inserisci frutta e verdura fresca, preoccupandoti di lavarla, asciugarla e assicurare la giusta temperatura. In questo modo fornirai la giusta dose di fibre, vitamine, Sali minerali e acqua. È molto importante non aggiungere sale, zucchero, olio o altri condimenti. Ma quali sono le verdure e la frutta da inserire?

Verdura fresca: cicoria, indivia belga, finocchi, topinambur, carote, sedano, broccoli, cavoli, lattuga, insalate, radicchio, trifoglio e dente di leone.

Frutta: mele, pere, kiwi, banana, uva, ciliegia, mandarino fragola, frutti di bosco e pesca.
Ogni giorno, poi, controlla se rimane cibo fresco in eccesso perché questo deve essere eliminato. Il tuo criceto potrebbe nasconderlo e mangiarlo quando sarà ormai vecchio e ammuffito. Questo genere di comportamento potrebbe anche provocare l’intossicazione.

Anche le proteine forniscono un supporto fondamentale per il benessere del criceto. Gli alimenti di origine animale, infatti, devono essere inserite nella dieta in piccole dosi. Scegli yogurt, formaggio, carne di pollo bollita, tonno al naturale, ricotta, rosso d’uovo sodo e crocchette per gatti.

Cosa evitare

Il criceto tende a nascondere tutto il cibo che non mangia subito nelle tasche guanciali, quindi, non solo il cibo che ti sembra in eccesso va eliminato ma non dovrebbe nemmeno essere appiccicoso. Altro tasto dolente per i gli amici roditori sono i cibi dolci tra cui biscotti, cioccolato o caramelle, che non aiutano per niente il loro stato di salute.

Cartellino rosso anche per cipolle, fagioli, germogli di patate, piccioli di pomodoro, semi di mela, sambuco, ranuncolo, alloro, foglie di quercia, ligustro, aglio, cipolla o mix di cibo per conigli. In ogni caso se si presentano dei dubbi se un alimento sia o meno adatto è sempre meglio non rischiare e informarsi ulteriormente.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione