2019/10/23 01:21:0418105
2019/10/23 01:21:0542542

IN FORMA

Lavoro pesante? Alleggeriscilo così!

LEGGI IN 3'

Più spesso è noioso, faticoso, pesante anche quando ha dei lati indiscutibilmente positivi. Il tuo appartiene alla larga schiera dei lavori del secondo tipo? Niente di grave, ma fai attenzione ai segnali d’allarme che potrebbe lanciare il tuo corpo e che forse hai finora sottovalutato o non collegato allo stress derivante dalla tua professione. Se ti sei accorta di non dormire bene, ti senti depressa, sei stanca e facilmente irritabile e questo malessere dura da oltre un mese, allora è il caso che valuti attentamente la tua situazione: è possibile che la causa di tutto sia uno stress negativo accumulato sul posto di lavoro.

Lo stress in sé e per sé non è cattivo, anzi, una sana dose di stress rende attivi e pronti, energici. A lungo andare, però, la tensione acquisisce una valenza negativa se non viene opportunamente bilanciata da momenti distensivi e positivi. Il ‘distress’, o stress negativo, logora le nostre energie, indebolisce la nostra capacità di difesa. Come risultato si osservano dei disequilibri nella vita lavorativa e in quella di relazione, oltre a svariati problemi di salute. Ma dal momento che è impossibile eliminare ogni forma di stress diventa fondamentale imparare ad affrontare e controllare la frenesia e le difficoltà connesse con il lavoro, sapendo riconoscere le cause che generano tensione, i sintomi che ci fanno capire che qualcosa non va, i rimedi da attuare.

Fattori di stress
Questi i campanelli d’allarme cui devi prestare attenzione:

  • ti vengono dati incarichi di livello superiore o inferiore alle tue capacità
  • hai uno stipendio inferiore a chi ricopre ruoli meno importanti del tuo
  • sei costretta a fare straordinari o accettare turni sfavorevoli
  • non viene data importanza alle tue proposte né ascolto alle tue richieste
  • se sbagli i rimproveri sono eccessivi
  • ti senti sempre sotto controllo, pause e assenze ti vengono fatte pesare, anche indirettamente
  • i rapporti con i colleghi sono difficili: vieni presa in giro, esclusa, avversata.

    Le reazioni fisiche
    Il corpo e la mente reagiscono allo stress eccessivo. Non sottovalutare questi sintomi quando si protraggono per oltre un mese:

  • bocca asciutta
  • occhiaie, espressione contratta del viso
  • problemi digestivi o disordini intestinali
  • dolori alla schiena e al collo, mal di testa
  • abbondante sudorazione delle mani
  • battito cardiaco accelerato o irregolare
  • respiro affannoso
  • sensazione di non avere tempo a sufficienza
  • irritabilità, sensazione di confusione in testa, apprensività
  • scarsa memoria, difficoltà di concentrazione
  • sensazione di essere sola, voglia di piangere
  • distrazione, sbadataggine, facilità a commettere errori
  • stanchezza, sonnolenza diurna
  • insonnia o sonno di cattiva qualità di notte

    Rimedi
    Lo stress negativo si può tenere a bada valorizzandosi, ma ancor meglio è prevenirlo, aiutandosi con questi suggerimenti:

  • analizza la tua situazione e riconosci se sei stressata (compresenza di cause e sintomi)
  • valorizzati potenziando le le tue capacità per aumentare l’autostima: frequenta corsi di formazione, migliora la tua professionalità
  • punta su obbiettivi raggiungibili
  • non abbatterti o compiangrti in seguito a un insuccesso: è una fase di passaggio
  • chiedi e ascolta il parere degli altri, cerca altre soluzioni
  • chiediti cosa vuoi dalla vita e cosa cerchi nel lavoro. Un cambiamento di rotta potrebbe darti la soluzione.
  • cambia il tuo modo di lavorare: organizzati perfettamente, pianifica la tua attività quotidiana in modo da poter gestire meglio i tuoi orari
  • Ritagliati del tempo libero per occasioni di svago, svolgere attività fisica, frequentare amici e altre persone
  • Chiediti se hai bisogno di supporto psicologico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione