ERBORISTERIA

Cumino: proprietà, benefici e controindicazioni

LEGGI IN 2'

Il cumino è una pianta erbacea originaria della Siria – in Italia ancora poco presente in cucina – e i suoi semi sono piccoli e scuri rispetto a quelli del finocchio e dell’anice. Ha molte proprietà ed è un buon rimedio naturale per combattere numerosi disturbi. Scopri quali sono i suoi benefici e le eventuali controindicazioni.
Ecco per te tutti i segreti di una spezia ancora poco diffusa.

Il cumino – detto anche comino – contiene molti oli essenziali e una grande quantità di ferro, importante sia per il benessere fisico che per l’equilibrio del metabolismo. Possiede molti antiossidanti che migliorano la digestione, stimolano le difese immunitarie e favoriscono la disintossicazione dell’organismo. Inoltre, questi antiossidanti agiscono contro i radicali liberi, prevenendo così l’invecchiamento cellulare e i processi infiammatori.
È capace di mantenere sotto controllo i valori del diabete, del colesterolo e dei trigliceridi. Le sue proprietà antinfiammatorie - oltre a facilitare la digestione aiutando l’attività del fegato – contrastano anche l’insorgere delle irritazioni della pelle. In più, riduce la formazione di gas intestinali. È particolarmente indicato per le donne che allattano perché stimola la produzione del latte.
Da non tralasciare la sua azione calmante e sedativa. È utile anche per contrastare l’osteoporosi. Al contrario, l’olio essenziale di cumino è ottimo per combattere le infezioni delle vie respiratorie.

Non ci sono particolari controindicazioni legate all’uso del cumino, tuttavia, è meglio evitarlo se soffri di malattie del fegato o se sei allergica a uno dei suoi componenti. In ogni caso, prima di farne uso in modo continuativo, chiedi il parere del tuo medico di fiducia.

Lo trovi facilmente nei supermercati accanto alle altre spezie, in erboristeria o nei negozi specializzati. In cucina? Osa di più. Aggiungilo alle minestre o nelle polpette di ceci o anche prepara un liquore dal gusto amaro e dall’odore dolciastro.

Vuoi sapere un segreto? Masticare semi di cumino aiuta a combattere l’alitosi e stimola l’appetito. Inoltre, nel Medioevo si riteneva che - abbinato al miele - fosse un potente afrodisiaco e un rimedio naturale contro le amnesie. Non aspettarti miracoli naturalmente, ricorda che è pur sempre una spezia e non una pozione magica ed è opportuno non abusarne.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta