TRUCCHI E SOLUZIONI

Capi colorati...differenze nel lavaggio

LEGGI IN 1'

La resistenza dei colori al lavaggio dipende essenzialmente dai coloranti utilizzati, dal processo di tintura e dal tipo di tessuto.

Tra i vari procedimenti utilizzati per colorare i tessuti ecco quelli che sono i più comuni:

- tintura in filo, questo tipo di tintura è, in generale, piuttosto resistente ma può essere utilizzata soltanto per le fibre sintetiche.

- tintuta in superficie, il legame tra colorante e fibra è più o meno solido a seconda della tintura e del processo utilizzato.

Ma come lavare i capi colorati?

Fai un test colore su un capo nuovo, inumidisci cioè con acqua calda una parte nascosta del capo (orlo, colletto, ecc) e schiacciala su di una stoffa bianca. Se il capo non tinge la stoffa bianca, e quindi non perde colore, lava in lavatrice rispettando la temperatura e il ciclo di lavaggio indicato dall'etichetta. Se il capo si tinge lava a mano in acqua fredda, strizzando il capo per evitare trasferimenti di colore su parti di colore diverso. Se è comunque necessario lavare in lavatrice, lava il capo separatamente, meglio se a rovescio e con ciclo delicato a bassa temperatura.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta