RICETTARIO

Lo strudel di mele con la ricetta originale altoatesina

  • DESSERT
  • REGIONALI
  • MEDIA
  • 1 ORA E 30

INGREDIENTI

Per la frolla: 

  • 300gr di farina bianca
  • 150gr di burro a temperatura ambiente
  • 150gr di zucchero bianco semolato
  • 1 uovo grande
  • Latte quanto basta (meglio se intero)
  • la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato in polvere
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
  • 1 pizzico di sale 

 

Per il ripieno:

  • 700gr di mele tipo Golden Delicious o Gala
  • 70gr di zucchero bianco semolato
  • 70gr di pangrattato dorato nel burro
  • 50gr di uvetta passa
  • 2 cucchiai di rum o altro liquore secco, tipo Strega
  • 30gr di pinoli
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaio di scorza di agrumi non trattati grattugiata

 

Per la copertura:

  • Zucchero a velo
  • 1 tuorlo d'uovo

 

 

PREPARAZIONE

Lo strudel di mele è uno dei dolci regionali tipici dell'Alto Adige Sudtirol, dove viene preparato con le buonissime mele del luogo e con una frolla ricca, a cui viene aggiunto il latte freddo. Il ripieno è poi una vera esplosione di gusto, grazie alla presenza di uvetta passa e pinoli e ad una generosa annaffiata di rum, che rende più aromatica la farcia ricca.

Neanche a dirlo, lo strudel di mele, è un piatto molto nutriente dal punto di vista dei valori nutrizionali, ma è anche facile da digerire. Se vogliamo affrontare il freddo invernale con un po' di sprint e tono, questo dolce si rende perfetto (in giuste porzioni), per darci la carica che ci serve per le nostre giornate.

Prepariamolo in casa seguendo la ricetta originale altoatesina, per una colazione sana e genuina.

Strudel di mele, la ricetta originale altoatesina

Iniziamo preparando la frolla, versando gli ingredienti secchi a fontana sul piano da lavoro. Al centro versiamo invece l'uovo intero e il burro fatto a pezzetti, poi iniziamo a mescolare, fino ad incorporare la farina. La consistenza della frolla deve essere morbida, quindi inumidiamola leggermente con del latte freddo di frigo affinché sia elastica e compatta.

Appallottoliamola in un foglio di cellophane e lasciamola riposare almeno mezz'ora in frigo. Intanto pensiamo al ripieno, sbucciando e tagliando le mele a fettine o a pezzetti, a seconda delle preferenze. Se usiamo mele biologiche possiamo anche tenere la buccia.

Uniamole in una ciotola insieme al pangrattato dorato nel burro, all'uvetta passa, al rum, ai pinoli, alla cannella in polvere, all'estratto di vaniglia e allo zest degli agrumi. La ricetta originale prevede l'uso del limone, ma possiamo dare una nota più dolce e aromatica, unendo anche arancia e bergamotto.

Facciamo in modo che le mele si impregnino del liquido e prendano sapore. Intanto accendiamo il forno a 180° C e foderiamo una teglia ampia, dai bordi bassi, con della carta oliata. Prendiamo la frolla dal frigo e stendiamola sul piano precedentemente spolverato di farina e stendiamola ad una forma rettangolare ad una lunghezza di circa 50cm per 30 di larghezza.

Poi appoggiamola sulla carta forno e aggiungiamo la farcia a base di mele per il lungo. A questo punto arrotoliamo l'impasto, andando verso il corto. In pratica lo strudel di mele dovrà essere lungo 50cm. Spennelliamo la superficie con il tuorlo d'uovo e inforniamo per circa mezz'ora/tre quarti d'ora.

Quando lo strudel di mele sarà pronto, lasciamolo freddare e cospargiamo di zucchero a velo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione