CURE E TRATTAMENTI

Shampoo secco, come si usa per lavare i capelli senza l'acqua

LEGGI IN 2'

Quando non abbiamo la possibilità di utilizzare l'acqua dolce per bagni o docce, perché magari ci troviamo in campeggio o in un luogo dove possiamo accedere solo a quella salmastra, si pone un problema fondamentale, ossia quello di lavare i capelli. Se per il resto del corpo ci si può anche organizzare con salviette umidificate, per pulire il cuoio capelluto il discorso cambia.

La produzione sebacea di questa zona del corpo è infatti maggiore rispetto al resto della cute, ragione che ci porta a lavare la chioma almeno ogni due giorni, per eliminare il fisiologico unto che si crea sulla nostra testa.

Ma se l'acqua non c'è, dovremo affidarci al cosiddetto shampoo secco, un detergente in polvere o spray che agisce esattamente come i detergenti liquidi che usiamo normalmente, sgrassando la cute. In questo caso però l'azione sarà differente, perché questo tipo di prodotto non lava via la sporcizia, ma ci si lega per permetterci di eliminarla in maniera semplice.

Shampoo secco in polvere, come si usa

Lo shampoo secco in polvere è quello più facile da trovare in commercio e normalmente è anche quello con una lista ingredienti più naturale. Molto facile che l'INCI riporti nelle prime posizioni talco, amido di mais o bicarbonato, tutti prodotti che agiscono assorbendo l'unto e la sporcizia.

Mettiamo una piccola quantità di shampoo secco in polvere sul palmo della mano e mettiamoci a testa in giù. Appoggiamo il palmo sui capelli e strofiniamo un po' in modo che il prodotto aderisca bene. Non spaventiamoci se la cute apparirà bianca, perché basteranno un po' di copi di spazzola per far cadere via le polveri. Ripetiamo l'operazione fino a quando la cute non sarà pulita.

Shampoo secco spray, come si usa

Normalmente a base alcolica, lo shampoo secco spray è ancora più veloce da utilizzare rispetto a quello in polvere. In più non lascia residui bianchi, il che ci permette di non spazzolare in maniera eccessiva i capelli dopo l'applicazione.

Anche in questo caso mettiamoci a testa in giù e vaporizziamo il prodotto ad una distanza di circa 40cm, facendo attenzione ad evitare gli occhi. Cerchiamo di spruzzare lo shampoo secco in modo omogeneo su capelli e cuoio capelluto, in ultimo tiriamo su la testa e diamo una veloce pettinata o spazzolata.

Shampoo secco, pro e contro

Lo shampoo secco è utilissimo, come già detto, quando non abbiamo a disposizione l'acqua dolce per poter lavare normalmente i capelli, ma è anche un buon rimedio per non stressare con lo shampoo liquido troppo aggressivo, la cute delicata. Possiamo infatti usare questo prodotto una volta a settimana fra un comune lavaggio e un altro.

Di contro attenzione a non esagerare, perché il cuoio capelluto potrebbe asciugarsi troppo e far comparire la forfora secca, soprattutto se i prodotti che usiamo hanno una lista ingredienti poco naturale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione