RELAZIONI PERICOLOSE

Amore 2.0: cos'è il Romance Scam e come difendersi dai truffatori sui siti d'incontri

LEGGI IN 3'

L'amore ai tempi di internet è molto diverso da quello di un trentennio fa. Quantomeno sono cambiati i luoghi di incontro, si sono accorciate le distanze fra chi è alla ricerca di amicizie, avventure o storie serie ed è cambiato anche il modo di socializzare e sedurre chi ha catturato la nostra attenzione. Insomma, le love stories dal 2000 in poi sono diventate più 2.0 che mai.

Purtroppo, di pari passo con la nascita e l'evoluzione dei siti di incontri, una versione virtuale di quelle che una volta erano le agenzie matrimoniali e i club per cuori solitari, sono spuntati come funghi anche una serie di pericoli che nelle conoscenze faccia a faccia erano limitati.

Una delle truffe online più gettonate oggi si chiama Romance Scam e chi la porta avanti utilizza le piattaforme web per la ricerca della propria anima gemella, per spillare soldi al malcapitato o alla malcapitata di turno. Le donne sopra i 50 anni, secondo alcune ricerche statistiche portate avanti dai principali siti d'incontri, sarebbero i bersagli più gettonati.

Romance scam, in che consiste

Il romance scam, letteralmente "storia d'amore truffaldina", altro non è che un modo da parte di privati o vere e proprie organizzazioni criminali, di giocare con i sentimenti e le speranze di chi si iscrive ai canali di incontri, creando falsi profili per sedurre e raggirare.

Il truffatore di turno, lo "scammer" appunto, creerà un nome e una storia personale accattivante, arricchendo il suo profilo con foto quasi sempre fasulle e con altrettanto false credenziali, al fine di guadagnare l'interesse di un ampio bacino di utenti.

Quando lo scammer avrà individuato la sua o le sue prede, partirà il raggiro vero e proprio, mostrandosi interessato o addirittura innamorato e pronto a fare progetti per il futuro insieme alla persona che gli ha rubato il cuore.

Tutto bene se non fosse che, una volta conquistata la fiducia della vittima, inizierà una richiesta di denaro sempre più pressante, con scuse di varia natura, come:

  • Mancanza di soldi per organizzare il viaggio e avvicinarsi alla persona amata
  • Furto mentre si trova in terra straniera
  • Mancanza di soldi per curare una malattia di cui è affetto
  • Mancanza di soldi per le medicine di un parente malato, soprattutto genitori o figli
  • Difficoltà economiche varie che mettono a rischio la sua incolumità e la sua salute

La vittima che cade nella trappola dello scammer, sarà portata a versare somme di denaro sempre più ingenti per soddisfare le sue richieste.

Romance scam, il profilo dello scammer perfetto

Ovviamente per arrivare ad ottenere la fiducia della persona che ha raggirato, il truffatore telematico dovrà creare un profilo affascinante ma anche rassicurante, che non faccia scattare alcun campanello di allarme e non rischi di farlo smascherare velocemente.

Per tale motivo sulla sua pagina personale potremo leggere di alti livelli di istruzione, lavoro gratificante e spesso manageriale, passioni e hobby di vario tipo, in grado di stimolare la curiosità delle utenti che visitano la sua home page. L'obiettivo è farsi contattare, ma non è inusuale anche essere contattate direttamente, ovviamente in modo cortese ed elegante.

Dopo qualche scambio di messaggi sul sito d'incontri, lo scammer inizierà a chiedere anche mail e numero di telefono per entrare sempre di più nella quotidianità della sua vittima. Come il ragno tesse la sua tela, anche il truffatore virtuale lo farà con la sua, diventando una presenza importante e quasi irrinunciabile.

Romance scam, come difendersi dalle truffe virtuali

Per evitare di cadere nella rete dello scammer è bene innanzi tutto scegliere con cura i siti d'incontri dove iscriversi, preferendo quelli dove si paga una quota e che chiedono a chi si registra di presentare un documento di identità valido. Solitamente chi organizza truffe online evita i siti più seri e organizzati, preferendo quelli con meno restrizioni.

Diffidiamo, neanche a dirlo, degli utenti che si dicono innamorati dopo poco tempo, soprattutto se poi arrivano a chiedere denaro in prestito o i dati della nostra carta di credito, per un motivo o per un altro. In questi casi segnaliamo subito la faccenda ai responsabili del sito online e, se siamo state vittime di una truffa e ci sono stati spillati dei soldi, provvediamo ad una denuncia alla polizia postale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Depts

Sono stato fatto da un uomo sulla rete. Era adorabile e innamorato; Sono stato sedotto, poi mi ha detto che aveva una preoccupazione per i soldi e l'ho aiutato.

Ho incontrato un uomo, di nome Michel, su Meetic Affinity alla fine di gennaio 2013; ci piacevamo e poi chiacchieravamo su Messenger; si presentò: era un uomo molto buono, educato, intelligente e gradevole; ci siamo scambiati le foto e poi ci siamo apprezzati a mano a mano che i giorni passavano. Ha detto che è stato sedotto da me e poi si è innamorato di me, ha detto parole dolci e piacevoli a me e io ero in paradiso. Poi, otto giorni dopo, mentre viveva a Nantes (44), mi informò che doveva andare in Costa d'Avorio per affari privati; si trattava di recuperare l'eredità della madre defunta; doveva andare lì per sbloccare i fondi. Mi ha chiesto di aprire un conto in modo che il trasferimento ricada su un conto indipendente dalla sua banca personale; Ho aperto un account per lui. Poi mi ha detto che non aveva mezzi di pagamento in loco perché aveva commesso l'errore di portare con sé la sua carta di credito che purtroppo non poteva usare in Africa; e non aveva preso abbastanza soldi. Come mi sono innamorato sempre di più, mi ha ferito e io ero preoccupato per lui così gli ho mandato 8.740,00 euro in contanti mandato da Western Union; mi disse che questo denaro sarebbe stato depositato presso il notaio per il rilascio dell'eredità.

Poi mi ha detto che il governo ivoriano gli ha chiesto di pagare "un francobollo" di 4500 euro per ottenere questo denaro dall'Africa. Michel conosceva la mia situazione finanziaria perché sono stato disoccupato da alcuni mesi e ricevo solo circa 1000 euro di risarcimento, quindi mi ha detto che dovevo aiutarlo, ma aveva trovato un accordo con il governatore, che gli ha chiesto solo un anticipo di 3.250,00 euro; Gli mandai un nuovo vaglia da Western Union di 3.000,00 euro e con ciò ero completamente rovinato perché usavo i miei risparmi direttamente; Avevo raggiunto il soffitto del mio scoperto permesso. Poi mi ha detto che non poteva raggiungere la sua banca a Milano, che non voleva aiutarlo a mandargli dei soldi perché ne aveva bisogno ancora e ancora per poter trasferire i soldi direttamente nel mio conto in Francia ...

Cominciai a non credere più a quello che mi stava dicendo. L'altezza, lui mi ha mandato foto di lui, ho trovato qualcosa di strano: su una delle sue foto è apparso uno striscione dove ha scritto "bandoo / Massimo Leonardi"; Ero impaziente di vedere su Internet chi fosse questo Massimo Leonardi e quale fu la mia sorpresa di vedere diverse foto di "mia cara". Sapevo in quel momento di essere stato truffato dai sentimenti. Ho subito denunciato alla polizia ciò che non ha dato nulla ed è grazie al mio ex che ha contattato il suo amico, il signor Bernard Fioles, che ha preso i provvedimenti per metterli a fermarsi perché ero sempre in contatto con questo Michel chiamato che ha facilitato le indagini per fermarli. Fortunatamente sono stato rimborsato oltre al risarcimento. Vi lascio il suo indirizzo email: services_police_interpol@diplomats.com
In ogni caso, ho imparato una grande lezione e un grande ringraziamento al signor Bernard Fioles perché senza questo signore, sarei certamente sulla strada.

5 mesi fa

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione

A partire dal 18/04/2018 abbiamo aggiornato la nostra privacy policy in totale rispetto dei nuovi standard del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) introdotto dall’Unione europea.

Accetta la politica sulla privacy INFORMATIVA PRIVACY