SALUTE E BENESSERE DEGLI ANIMALI

Rogna nel gatto: come capire se Fuffy ha gli acari

LEGGI IN 2'

Chi ha animali domestici sa per certo che la loro salute e il loro benessere sono conseguenze del tipo di vita e dell'attività fisica che fanno, così come del tipo di alimentazione assunta. Tuttavia, quando i nostri amici di zampa fanno vita esterna, parliamo soprattutto dei micioni, va da sé che qualcosa necessariamente sfugge al nostro controllo.

Le parassitosi sono infatti un problema molto comune per i felini che passano del tempo in giardino o che vanno a zonzo per l'isolato, entrando in contatto con altri animali infetti. Ma non è inusuale che anche i mici domestici possano soffrirne, questo perché noi stessi diventiamo un veicolo di microrganismi dal fuori al dentro.

Uno dei problemi parassitari più antipatici è la scabbia o anche rogna sarcoptica, che crea una serie di disagi dermatologici al nostro pet, portando pruriti e arrossamenti sulla cute e nelle orecchie. Situazione che Fuffy gestisce grattandosi in modo continuativo e compulsivo e arrivando così anche a ferirsi.

A livello di sintomi, come per ogni parassitosi, anche in questo caso il primo campanello di allarme per capire che qualcosa non va è proprio il grattamento. In particolar modo facciamo attenzione se è concentrato nella zona auricolare e si presenta con zampate piuttosto violente.

La rogna nel gatto si presenta infatti proprio così, con un desiderio impellente da parte del nostro bel micio di eliminare il problema grattandolo via. Per accertarci che Fuffy abbia gli acari, possiamo controllargli i padiglioni auricolari e verificare la presenza di cerume ed eventuali sanguinamenti.

Allo stesso modo, visto che l'acaro trova anche l'uomo come ospite assai delizioso, potremo notare anche noi qualche fastidio alla pelle scoperta, soprattutto mani e braccia, con pruriti e rossori localizzati.

Se temiamo che il nostro gatto abbia la rogna portiamolo ad una visita veterinaria per un'analisi al microscopio del contenuto delle orecchie del micio. Sarà lo stesso vet a suggerirci le soluzioni migliori da adottare per risolvere il problema ed evitare la sua ricomparsa.

Normalmente il trattamento è a base di gocce auricolari da mettere a Fuffy per qualche giorno, tenendogli addosso il collare elisabettiano per evitare grattamenti. Per eliminare gli acari dalla teleria di casa, possiamo invece lavare tutto dai 60° C in su, temperatura minima per debellare anche le uova di questi parassiti. Poi stendiamo tutto all'aria e al sole.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione