PULITO IN 7 PASSI

Moquette macchiata, come pulirla in modo efficace senza scolorirla

LEGGI IN 2'

Fino a qualche decade fa, la moquette era una delle opzioni più in voga fra gli amanti dell'interior design di tendenza. Poi la soffice pavimentazione in tessuto è andata un po' in disuso, a causa dell'elevato grado di cura e manutenzione di cui aveva bisogno.

Eppure la moquette è ancora molto scelta per le camerette dei bambini, oltre che essere presente nelle case in stile anni 70/80. Perché si sa, sarà anche più difficile tenerla pulita rispetto al classico pavimento in gres porcellanato, ma la sensazione di confort che dà poggiare i piedi sul morbido non ha proprio eguali.

Per evitare però che la moquette diventi ricettacolo di sporco e batteri, ci spiace dirlo, ma l'igiene deve essere super accurata. Quotidianamente va infatti usata un'aspirapolvere adatta alle superfici in tessuto per eliminare ogni traccia di polvere ed eventuali allergeni, ma all'incirca ogni 5-6 giorni va prevista una pulizia più profonda con prodotti appositi.

Ma se la moquette si macchia? Se si tratta di liquidi come vino o caffè appena versati, il primo step è certamente quello di asciugare velocemente senza tamponare o strofinare, così da evitare di spandere la chiazza. Con un vecchio asciugamano bianco proviamo poi a togliere il primo strato di sporco andando dall'esterno verso l'interno della macchia.

A questo punto possiamo spruzzare sulla nostra moquette un prodotto smacchiante specifico per tappeti o pavimenti in tessuto colorati, di facile reperibilità nei supermercati nelle sezioni apposite. Importante è non usare mai la candeggina o l'ammoniaca né detergenti che le contengano, che possono scolorire la moquette e lasciare antiestetici aloni.

Dopo aver inumidito il tessuto con lo smacchiante apposito, lasciamo agire per qualche minuto e poi usiamo uno strappo di carta assorbente bianca (attenzione a non adoperare quelle con disegni perché potrebbero stingere) per asciugare. Ripetiamo l'operazione se necessario, spruzzando ancora un po' di smacchiatore.

Ultimo step, bagniamo un panno con acqua distillata e tamponiamo la zona trattata per eliminare i residui di detergente, poi asciughiamo ancora con la carta assorbente e passiamo la scopa elettrica per evitare che le fibre della moquette restino schiacciate.

Se la macchia è frutto di cibo caduto a terra, facciamo precedere le operazioni descritte prima dal recupero dei residui solidi, armandoci di guanti in lattice e panno assorbente. Se il pavimento emana cattivo odore possiamo anche versare del bicarbonato di sodio sull'alone, da lasciar agire per qualche minuto prima di aspirare via.

Poi usiamo lo smacchiatore per tessuti come di consueto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Eva

ottimi consigli,grazie

6 mesi fa

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione