SCUOLA

Rientro a scuola, cosa mettere nello zaino per il primo giorno dei bimbi

LEGGI IN 3'

La scuola comincia e i nostri bimbi sono in fermento, emozionati per l'inizio dell'anno scolastico, con il suo carico di novità e anche un po' spaesati dopo i mesi di vacanze estive che li hanno visti lontani dai banchi. Per aiutarli ad affrontare il primo giorno di scuola nel modo migliore, possiamo sistemare con loro lo zaino, scegliendo insieme cosa mettere al suo interno.

Attenzione, perché anche se può sembrare più comodo per tutti che siano gli adulti a riempire la cartella, in realtà ai piccoli serve sapere esattamente cosa potranno trovare al suo interno. A livello psicologico è utile per ogni bambino avere la piena consapevolezza degli strumenti che ha a disposizione, in più sarà anche più facile per lui prepararla ogni sera per il giorno dopo in completa autonomia.

Un buon metodo per stabilire cosa mettere nello zaino e cosa lasciare invece a casa è di mettere tutto il materiale scolastico acquistato sul tavolo, così da avere tutto sotto controllo. Solitamente la scuola dà anche un orario provvisorio delle lezioni già dalla settimana prima dell'inizio, così da sapere quali libri portare già dal primo giorno.

Se invece non abbiamo questo dato, facciamo un conto delle ore di lezione dei nostri bambini e sistemiamo pari numero di quaderni, fra cui uno a quadretti, da portare in classe. In questo modo per ogni materia nuova, i bambini avranno a disposizione il loro spazio appunti. Alloggiamoli preferibilmente in una cartelletta, così da non fare orecchie e pieghe.

Per quanto riguarda i libri, i professori sono in genere molto tolleranti per la prima settimana di scuola, anche se gli studenti non ne sono ancora provvisti. A maggior ragione se la scuola non ha affisso in bacheca un orario provvisorio e non sappiamo quindi quali lezioni avranno i bambini, cerchiamo di mantenere la cartella leggera e di inserire solo l'indispensabile.

Nell'astuccio, sì a penne nere e blu, un evidenziatore, un righello, una gomma, matite nere e temperamatite. Nella scuola primaria spesso viene richiesto anche un set di pastelli per disegno, valevoli sia per l'ora di educazione artistica, se prevista dal piano scolastico, sia per le altre materie, dove le matite colorate servono per evidenziare lettere, parole o numeri.

Se i bambini sono nelle classi finali delle elementari o già alle medie, nell'astuccio andranno anche goniometro e compasso, utili in caso di lezioni di geometria ed educazione tecnica. Per quanto riguarda il primo giorno, come materiale scolastico non è il caso di aggiungere altro, invece può essere utile mettere nello zaino altre cose.

Di certo sì a un pacchetto di fazzolettini da naso, salviettine umidificate, meglio se in bustine mono, che sono più efficaci del sapone per togliere eventuali macchie di penne e pennarelli, un ombrellino compatto se il nostro bimbo prende lo school bus, un sacchetto con una cambiata mutandine e calze, se avesse bisogno di cambiarsi.

Lasciamo lo spazio nella cartella per la merenda di metà mattina e inseriamo anche una bottiglietta d'acqua e/o un succo di frutta in brick per placare la sete. I liquidi sono molto utili sia per accompagnare il panino delle 11, sia per reidratare i nostri piccoli se il primo giorno è prevista educazione fisica.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione