IN FORMA

Meditazione: come iniziare e le tecniche per rilassarsi

LEGGI IN 2'

Uno dei maggiori lussi nelle nostre frenetiche giornate è senza dubbio il tempo. Averne da parte un piccolo gruzzolo giornaliero, da utilizzare solo per noi, è infatti un vero toccasana per rilassare mente e corpo ed essere così meno stressate. Un grande aiuto per far fruttare il nostro tempo in maniera positiva viene dalla meditazione, che ci permette di approfittare in modo costruttivo anche di una sola mezz'ora al giorno, utile a scacciare ansia e brutti pensieri.

Se vogliamo iniziare il percorso della meditazione, possiamo cercare dei corsi adatti alle nostre esigenze, all'interno di palestre e circoli cittadini, dove spesso e volentieri si organizzano lezioni di yoga e respirazione, con costi molto popolari e orari anche ragionevoli, adatti alle persone che lavorano o hanno impegni famigliari che le limitano.

In ogni caso, se proprio non abbiamo tempo e risorse per spostarci da casa, possiamo iniziare la meditazione anche in casa, creando un piccolo angolo relax che ci allontani da impegni, preoccupazioni e stanchezze.

Ovviamente è bene fare attenzione al "dove", perché il posto che scegliamo deve essere effettivamente in grado di astrarci da tutto. Perciò niente stanze dove ci sono computer, telefoni che possono squillare, fonti di illuminazione non modulabili, odori forti e in generale qualunque cosa possa distrarci dal relax.

Scegliamo momenti della giornata in cui siamo da sole o possiamo chiudere la porta dietro di noi senza che gli altri abitanti della casa ci vengano a interrompere, mettiamo una musica di sottofondo adatta al relax, accendiamo il bruciaessenze e versiamo poche gocce di oli essenziali che favoriscono la meditazione, creiamoci un angolo comodo, con cuscini e tappeti.

La temperatura della stanza dovrà essere mite, perché il troppo caldo o il troppo freddo non favoriscono la concentrazione, l'abbigliamento dovrà essere pratico e leggero, non deve tirare o fasciare il corpo, ma lo dobbiamo percepire come confortevole. La luce sarà invece soffusa.

Fatto tutto questo sistemiamoci sui tappeti o cuscini sedute con le gambe incrociate, chiudiamo gli occhi e iniziamo con la prima tecnica che favorisce la meditazione, la respirazione diaframmatica. Inaliamo l'aria col naso e gonfiamo la parte addominale per 4 secondi, tratteniamola per 7 e rilasciamola dalla bocca contando fino ad 8. In questo caso dovremo sentire la pancia sgonfiarsi.

Questo esercizio viene consigliato a chi soffre di insonnia e agitazione e facilita la serenità e il rilassamento. Ripetiamo la sequenza per 5-10 minuti, avendo cura di focalizzarci sempre sul nostro respiro. Dobbiamo sentire l'aria che entra ed esce, il suo rumore e la sensazione di benessere che dà il suo movimento all'interno del nostro corpo.

In questo modo ci libereremo dallo stress e riusciremo a focalizzarci sulle fasi successive della meditazione, ossia la ripetizione di un mantra (es. "io sono rilassata", "nulla mi turba", "io sono rinata") e il successivo liberarsi dai nostri pensieri negativi, concentrandoci su quelli piacevoli.

Ritagliamoci ogni giorno una mezz'ora per praticare questi esercizi, preferibilmente alla fine della giornata, per facilitare anche il sonno e partire con il piede giusto la mattina dopo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione