DECORAZIONE DELLA TAVOLA

Il bon ton della tavola per le feste di Natale e Capodanno

È giunto il momento di apparecchiare la tavola per le feste natalizie: conosci tutte le regole del galateo? Tra Natale e Capodanno ci saranno tante occasioni per allestire una tavola in grande stile e con una consulente speciale sarai certa di rendere elegante e gradevole l‘atmosfera.
LEGGI IN 5'

Per stilare un bon ton sintetico della tavola natalizia – e in generale alla tavola delle grandi occasioni – ci siamo affidate a una consulente d'eccezione, Monica Sommaruga dello storico negozio Amleto Missaglia di Milano, una delle mete d'eccellenza per le liste nozze e per tutto ciò che riguarda l'eleganza della sala pranzo.

Monica parte da una constatazione che probabilmente condividerai: " La mentalità è molto cambiata, insieme allo stile di vita. Andiamo tutti di fretta e non c'è più tutta questa voglia di apparecchiare. I giovani adulti invitano pochissimo a casa, è tutto molto più veloce e informale anche solo di pochi decenni fa".

Sei d'accordo anche tu? La buona notizia è che il Natale rimane l'unica festa tradizionale in cui la tavola si veste sempre in pompa magna, seguendo quanto è possibile tutte le regole dell'etichetta e del bon ton.

È proprio durante le cene tra Natale e Capodanno che non ti pentirai di aver voluto una lista nozze classica quando ti sei sposata – anziché averla barattata con quella moda così mordi e fuggi del contributo al viaggio di nozze – oppure di aver desiderato che una nonna ti regalasse la vecchia cristalleria che per lei era diventata troppo impegnativa. 

Per preparare la tavola di Natale e Capodanno avrai il permesso di tirare fuori tutti i pezzi desueti, quelli che non usi mai ma che improvvisamente potresti rivalutare; potresti scoprire che, tutto sommato, anche nella vita quotidiana la tavola si meriterebbe un po' d'attenzione in più e che certe posate non andrebbero lucidate da zero - con gran fatica - se le utilizzassi almeno una volta la settimana.

Quali sono allora i must della tavola natalizia? Ti risponde l'esperta!

  • La tovaglia

Puoi apparecchiare per due persone o per venti, per una cena in famiglia con i bambini o per una cena formale con ospiti importanti: in ogni caso la tovaglia deve essere bellissimaSe sei fortunata e possiedi un tavolo che vale la pena vedere e valorizzare, puoi optare per dei runner posizionati a cavallo della tavola nel caso sia lunga e stretta, oppure ripescare la moda delle tavole nobiliari inglesi dei primi '900 e appoggiare i piatti solo su un sottopiatto, direttamente sul piano.

  • Oro e argento

Non importa quanto stravagante o alternativa sia la tua tavola: i colori che non devono mancare sono l'oro o l'argento. Ci sono servizi moderni che grazie a oro e argento possono essere molto eleganti. 

  • Centrotavola e decorazioni

Sia per una tavola mediamente elegante sia d'alto livello, il centrotavola ci vuole. In questo caso puoi decidere le dimensioni a tua discrezione, rivolgerti a un professionista o farlo da sola se hai buona manualità. Se devi apparecchiare un tavolo non molto ampio, puoi limitarti a decorare il tovagliolo  - che potrai posizionare di lato o sopra il piatto - o concederti un piccolo elemento sul davanti dell'apparecchiatura. Normalmente i lega tovaglioli si usano solo in ambito familiare, quindi in un'occasione formale l'unico portatovagliolo concesso è proprio quello decorativo, anche fai da te.

  • Le candele

La luce delle candele crea un'atmosfera unica ma devi seguire alcune regole. Accertati che siano corte, per non dare fastidio alla conversazione e che nessuno soffra per il loro fumo. In alternativa - ma solo per i pranzi di rappresentanza - puoi sfoderare anche candelabri altissimi che getteranno una luce calda e ancora più invitante ai piatti serviti.

  • Il pane

Il cestino del pane dà veramente noia. Meglio sarebbe avere il piattino specifico, da posizionare a sinistra del commensale. La padrona di casa (o chi l'aiuterà) lo potrà riempire quando necessario, da un cesto tenuto su un carrello di servizio.

  • Quanti piatti?

I piatti devono essere uno per ogni portata, Se offri un antipasto ridotto puoi utilizzare un piatto da frutta, per una portata più consistente devi usare un piatto piano. Ricordati che il galateo della tavola consiglia di usare le fondine solo per i primi piatti liquidi. Pasta e risotto dovrebbero essere serviti in un piatto piano che, tra l'altro, metterà in risalto la tua ricetta. Se possiedi delle tazze da consommé, potresti decidere di servire una vellutata o un piatto a base di brodo apposta per utilizzarle, perché sono pezzi bellissimi!

Una nota particolare merita il sottopiatto: non è richiesto per le tavole meno importanti ma è fondamentale se vuoi apparecchiare senza tovaglia. Può essere d'argento o in linea con il servizio di piatti. Se decidi di acquistarne una serie, ricordati che per non avere problemi in lavastoviglie deve avere un diametro entro i 28 cm. I sottopiatti possono arrivare fino a 34 cm e potresti pensare di utilizzarli in altre occasioni come piatti da portata o porta torta se sono completamente lisci.

  • Quali posate?

Per quanto riguarda le posate, nel galateo ci sono due scuole di pensiero entrambe corrette: puoi mettere in tavola tutte le posate necessarie, posizionando più all'esterno le prime che saranno utilizzate e procedendo così verso il piatto, oppure fornire ai commensali solo le posate necessarie di volta in volta. Il primo sistema è comodo ma avrai bisogno di molte più posate (che non potranno essere lavate rapidamente da un angelo in cucina) e più spazio tra gli ospiti, mentre il secondo è più essenziale ma ti obbligherà ad alzarti più spesso.

  • Bevande e bicchieri

Ricordati che tutti i bicchieri dovranno essere in tavola (ma mai più di 4) posizionati da destra verso sinistra - in diagonale a partire da un paio di dita sopra il coltello più interno – e il primo dovrà essere quello dell'acqua. Qualcuno forse vorrà portare a tavola il bicchiere dello spumante usato per l'aperitivo e proseguire con quello senza cambiare vino (a certe persone da fastidio): in questo caso puoi togliere i bicchieri in eccesso. I sottobicchieri non si usano mai a tavola (solo per le bevande fuori pasto) ma le bottiglie di vino potranno avere il loro piattino o il cestello per tenerle in fresco.

Ricordati che in una tavola formale o delle grandi occasioni, l'acqua si porta sempre a tavola dentro una bottiglia di vetro o dentro una caraffa. Le bottiglie di plastica sono vietatissime.

  • Come gestire gli altri accessori?

Se hai un carrello o un piano d'appoggio in sala da pranzo è giunto il momento di utilizzarlo. La formaggiera può essere messa a tavola mentre tutti i piatti dovrebbero arrivare già conditi a sufficienza. Se sai già che qualche ospite ti chiederà sale o olio, tienili a portata di mano.

È giunto il momento di apparecchiare: ti ricordi che in un cassetto hai anche dei segnaposti tanto carini? È giunto il momento di usarli, così come i posa coltelli che – più usati in Francia che da noi – sono un piccolo vezzo molto civile.

Ricordati infine che è Natale: potrebbe essere l'occasione giusta per regalarti o farti regalare qualche pezzo elegante per la tavola, da sfoggiare subito.

Olivia Chierighini
Scritto da:

Olivia Chierighini

Mi chiamo Olivia Chierighini; sono giornalista, esperta di comunicazione e blogger ma, più di ogni altra cosa, amo occuparmi di cibo, cultura, società e varia antropologia. C’è chi dice io sia una chiacchierona: per una dose quotidiana di humour e ottimismo, mi trovate sul blog OliviaQuantoBasta.

OliviaQuantoBasta

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione