DIVENTARE MAMMA

Gravidanza, come e quando scoprire il sesso del bambino

Maschietto o femminuccia? Quali sono gli esami che possono svelare con certezza il sesso del bambino? Se non amate il mistero dell'attesa, ecco i test da fare durante la gestazione che possono rendere più facile la scelta del nome.
LEGGI IN 2'

Non vedete l'ora di sapere se avrete un maschietto o una femminuccia? Il fascino dell'attesa è soprattutto legato all'immaginazione. Da un lato c'è un corpo che cambia per accogliere il bambino, ma dall'altro ci sono le fantasie dei genitori: come sarà questo piccolino che sta per stravolgerci la vita?

Per scoprire il sesso del bambino bisogna avere un po' di pazienza. Di solito la sicurezza arriva con l'ecografia morfologica, che si effettua tra la 18 esima e la 22 esima settimana di gestazione. Perché di solito? Perché alcuni ginecologi riesco a vederlo anche prima (comunque mai prima della 12esima settimana) soprattutto nel caso sia un maschietto. In questa fase, infatti, è possibile osservare il tubercolo genitale, che si può studiare da due angolazioni: quella lombosacrale e quella cutanea. È, inoltre, fondamentale la posizione del bambino. Se non è girato nel modo giusto e nasconde la zona genitale, anche più avanti, il medico potrebbe avere delle difficoltà.

La certezza assoluta la si può avere con un altro esame, ovvero attraverso l'analisi del Dna fetale. È un esame molto costoso che i genitori decidono di fare non tanto per conoscere il sesso del bambino quanto per scoprire la possibilità che sviluppi delle anomalie genetiche. Non è un esame invaso, in quanto prevede solo un semplice esame del sangue.

Il Dna del bambino si può esaminare anche attraverso la villocentesi e l'amniocentesi: in questo caso ci troviamo davanti a due esami diagnostici invasivi, non privi di rischi ma estremamente affidabili.

Si possono effettuare in convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale superati i 35 anni di età e di norma la gestante si sottopone all'amniocentesi o alla villocentesi non per conoscere se sarà maschio o femmina il proprio piccolino, ma per verificare la presenza di anomalie genetiche. Certo, se il ginecologo non è ancora riuscito a darvi la sicurezza del sesso, potrete qui chiederne conferma e scegliere finalmente il nome.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione