NOTIZIE D

Giornata mondiale degli insegnanti 2017, le frasi da mandare a chi lavora a scuola

LEGGI IN 3'

La giornata mondiale degli insegnanti 2017 ricorre, come ogni anno, il 5 ottobre. Stabilita dall’UNESCO, essa riporta l’attenzione sugli insegnanti e gli educatori che hanno un ruolo fondamentale nella società,  eppure spesso sono bistrattati.

Se conosciamo qualcuno che fa questo lavoro, può essere un’idea affettuosa inviargli delle frasi ad hoc, per fargli gli auguri, dimostrargli la nostra vicinanza, mandargli un messaggio motivazionale.

Giornata mondiale degli insegnanti 2017, la ricorrenza
L’UNESCO ha decretato la giornata nel 1994, ricordando un importante atto del 5 ottobre 1966, ovvero l’adozione della Raccomandazione sullo status degli insegnanti.

Il giorno degli educatori mette in evidenza l’importanza di queste figure che, a volte e in alcuni contesti, non ricevono un adeguato riconoscimento, e fa riflettere sul miglioramento dell’educazione e degli stessi insegnanti.

Giornata mondiale degli insegnanti 2017, per quali motivi inviare delle frasi
Spesso maestre e professori sono bistrattati: il loro ruolo non viene riconosciuto, il loro lavoro viene erroneamente ridotto alle ore passate in classe o viene mortificato, anche da alcuni genitori che ne minano l’autorità viziando i figli. Per questo, inviare delle frasi motivazionali, può ridare la carica a chi si sente demotivato e frustrato.

D’altra parte, chi vorrebbe svolgere questo lavoro, ma ancora vive una situazione di precariato, può trovare supporto in un messaggio mandato tramite whatsapp o facebook. O ancora, nella giornata dedicata, potremmo ricordare le prerogative di questa professione.

Giornata mondiale degli insegnanti 2017, le frasi più belle
Per la ricorrenza, possiamo scegliere tra una rosa di citazioni di educatori, film, pensatori e personaggi di spicco:

Il buon insegnamento è per ¼ preparazione e per ¾ teatro Gail Godwin

L'insegnamento rappresenta il modo ideale per connettersi ai giovani e avere l'opportunità di capire le loro realtà e di progettare programmi per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi Maggie MacDonnell (migliore insegnante del mondo 2017)

I veri voti di una persona intelligente dovrebbero essere questi: capacità di collegare un’idea a un’altra, dieci; capacità di riassumere le cose imparate, dieci; capacità di pensare con la propria testa, dieci Juan Villoro ("Il libro selvaggio")

Un grande insegnante non ha eventi da consegnare alla storia. La sua vita confluisce in altre vite. Uomini così sono la linfa che alimenta il tessuto intimo delle nostre scuole, sono i più alti sacerdoti custodi di un tempio e continueranno ad essere una fiamma che arde e una forza che darà significato alle nostre vite. Deepak Mehta (dal film "Il club degli imperatori")

La prova di un buon insegnante non è quante domande possa fare ai suoi allievi alle quali essi risponderanno prontamente, ma quante domande, alle quali trova difficile rispondere, ispira loro Alice Wellington Rollins

Per insegnare bisogna emozionare. Molti, però, pensano ancora che, se ti diverti, non impari Maria Montessori

Gli insegnanti hanno tre amori: l'amore per l'apprendimento, l'amore per gli allievi e l'amore per  mettere  i primi due amori insieme Scott Hayden

Ogni studente suona il suo strumento, non c'è niente da fare. La cosa difficile è conoscere bene i nostri musicisti e trovare l'armonia. Una buona classe non è un reggimento che marcia al passo, è un'orchestra che prova la stessa sinfonia. E se hai ereditato il piccolo triangolo che sa fare solo tin tin, o lo scacciapensieri che fa soltanto bloing bloing, la cosa importante è che lo facciano al momento giusto, il meglio possibile, che diventino un ottimo triangolo, un impeccabile scacciapensieri, e che siano fieri della qualità che il loro contributo conferisce all'insieme. Siccome il piacere dell'armonia li fa progredire tutti, alla fine anche il piccolo triangolo conoscerà la musica, forse non in maniera brillante come il primo violino, ma conoscerà la stessa musica. Il problema è che vogliono farci credere che nel mondo contino solo i primi violini Daniel Pennac

Un bambino, un insegnante, un libro, una penna possono cambiare il mondo Malala Yousafzai

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione