CONSIGLI DI VIAGGIO

Viaggio a Londra con la famiglia: le 10 cose divertenti da fare con i bambini

LEGGI IN 6'

Londra è una delle capitali europee in assoluto più facili e divertenti da visitare con i bambini, complice anche l'immaginario iconico che tutti conoscono. Fin da piccoli sognano di vedere dal vivo una cabina telefonica rossa, il Big Ben e magari di incontrare per sbaglio la Regina mentre ispeziona le guardie di Buckingham Palace che indossano quel buffo copricapo di pelliccia.

Anche se a Londra è impossibile annoiarsi, ci sono itinerari più piacevoli di altri, adatti a ciascuna età compresa l'adolescenza, fase in cui i ragazzi preferirebbero decisamente essere in giro per la città senza la famiglia.

I mezzi pubblici sono semplici da utilizzare ma ricordati che, per risparmiare, ti conviene fare un abbonamento per uno o più giorni. I bambini non pagano fino a 10 anni e spendono circa la metà fino a 17. Se vuoi provare l'emozione di salire su un double-decker - l'autobus a 2 piani - consulta il sito Transport For London con le mappe dei trasporti e non ti preoccupare: a Londra è praticamente impossibile perdersi, ci sarà sempre un mezzo a riportarti verso caso (scioperi permettendo). In alternativa, scegli una soluzione meno economica ma più rilassante, salendo su un bus turistico dotato di guida (Hop On Hop Off e simili) e goditi i monumenti senza muovere un passo.

Le attrazioni classiche a prova di noia sono la Torre di Londra e Buckingham Palace. Mentre la Torre è interessante in tutte le stagioni - con un lato cupo e vagamente horror in inverno – Buckingham Palace è aperto al pubblico solo nei mesi estivi ed è meglio prenotare la visita on-line. Per chi conosce la storia dell'arte sarà una rivelazione. Alla fine del percorso - in cui tutti spererete di veder sbucare un reale da un passaggio segreto che separa le stanze ufficiali dagli appartamenti privati – fermatevi per una merenda in giardino con "scones" e "Victoria sponge".

Il Natural History Museum non ha bisogno di presentazioni: i bambini vorranno vedere a tutti i costi gli scheletri di dinosauro nella hall. Potrebbe essere una buona idea entrare a ora di colazione e – nel periodo invernale – chiudere la visita con un giro nella pista di pattinaggio sul ghiaccio allestita in giardino, per poi spostarvi sempre su Exhibition Road, al Science Museum. Questo museo offre decine di sale interattive dove i bambini si perdono nella scoperta dei viaggi spaziali, negli studi di robotica, incredibili invenzioni e scoperte che hanno cambiato la storia dell'umanità. Sulla stessa strada si affaccia anche il Victoria and Albert Museum, i cui programmi kids potrebbero permetterti di vedere contemporaneamente una delle grandi mostre dedicate a moda e musica.

Una visita al London Zoo è una buona scusa per passeggiare una mezz'oretta in Regent's Park, camminando dalla fermata MM Baker Street, la stessa del museo delle cere Madame Tussauds, attrazione sopravvalutata e interessante solo per i più grandi. Lo zoo offre esperienze didattiche, splendidi esemplari di animali che forse non vedranno mai più dal vivo e aree dove un genitore può prendere fiato mentre i bambini giocano al sicuro. Dallo zoo, in meno di 10 minuti a piedi si sale sulla collina di Primrose Hill, da cui si gode una inaspettata vista panoramica di Londra. Porta il pique-nique e un frisbee. Tutti gli 11 Royal Parks sono un'attrazione gratuita e piacevole: sdraiatevi sull'erba aspettando gli scoiattoli – fin troppo socievoli - o appostatevi ai bordi dei laghetti per fare bird watching.

Per vedere Londra dall'alto, puoi prenotare il London Eye oppure evitare le code e ottimizzare una visita alla Tate Modern: sali all'ultimo piano dove si trova il ristorante e goditi una splendida vista al costo di una merenda. Cara ma emozionante la salita allo Shard: il grattacielo più alto d'Europa disegnato da Renzo Piano ti fa vedere la città a 360°. Una curiosità: se c'è brutto tempo, puoi ritornare gratis.

Un'esperienza da fare tutti insieme potrebbe essere andare a vedere un vero musical, ma non è sempre facile trovare i biglietti. Il trucco c'è: esistono rivendite di biglietti last minute in cui si trova una buona scelta, anche per la sera stessa, a prezzi accessibili. Una delle migliori è il Leicester Square Box Office al 42 Cranbourn St. Vale la pena fare un tentativo. Invece, il Shakespeare's GlobeTheatre (Bankside) offre deliziosi programmi per bambini per introdurli nel magico mondo del Bardo ma presuppongono una discreta comprensione dell'inglese.

Con i ragazzi è difficile non fare shopping che non sia mirato ai loro desideri: assecondali e portali da Hamley's (188-196 Regent Street) da 250 anni il negozio di giocattoli più famoso del mondo. Non è solo un posto dove sognare di acquistare l'ultimo modello di Lego o Barbie: non riusciranno a staccarsi dalle zone in cui si testano le novità o dai giocolieri sparsi su ogni piano.

Un altro posto che li farà impazzire e metterà a dura prova la tua carta di credito è M&M's® World a Leicester Square (1 Swiss Court), 4 piani dedicati ai celebri confetti al cioccolato e al loro merchandising. Vi troverete a personalizzare i vostri M&M's® con le foto, scegliere tra 100 gusti e colori e probabilmente uscirete tutti con una stupida t-shirt addosso. Archivia questo posto alla voce "futile ma irresistibile".

Dove mangiare a Londra con i bambini? È l'ultimo dei tuoi problemi. Tutti i musei e le attrazioni hanno coffee shop gradevoli e un buon fish and chips si trova praticamente in qualsiasi pub (dimenticati quella sciocchezza che a Londra si mangia male). Se vuoi farli felici, prenota on-line un tavolo al Rainforest Café (20 Shaftesbury Avenue), un incrocio tra un fast food e la giungla di un parco divertimenti, con suoni della foresta e animazioni. In alternativa, godetevi un Afternoon Tea Tour organizzato da B Bakery: un ricco "tè delle 5" è servito su un classico double-decker che gira il centro di Londra oppure su uno yacht che naviga tra Tower Bridge e Big Ben. Se i tuoi figli sono buongustai e assaggiatori curiosi, fate un giro al Borough Market dove potrete degustare prodotti britannici e street food di ottima qualità.

ECCO LE 4 VISITE DA ORGANIZZARE ASSOLUTAMENTE SE PUOI DEDICARE UN'INTERA GIORNATA A CIASCUNA:

  • Greenwich: Prendete un traghetto ad uno dei tanti pontili (ad esempio Westminster) e godetevi il viaggio fino ai Royal Museums. Visitate l'Osservatorio per calpestare il primo meridiano, il museo marittimo per vedere le navi che hanno reso immenso l'Impero Britannico, la seicentesca Queen's House disegnata da Inigo Jones e il Cutty Sark, l'ultimo clipper esistente, disegnato per trasportare velocemente il tè dalla Cina.
  • Hampton Court: Dalla stazione di Waterloo, in meno di 40 minuti si raggiunge la reggia di Enrico VIII. Ci sono da scoprire le cucine Tudor con i giganteschi caminetti – tenuti accesi da attori - le gallerie infestate dagli spettri, il labirinto, i bellissimi giardini da cui spuntano i cervi e, in generale, il mondo incantato di una residenza reale che li intratterrà anche se non si soffermeranno ad osservare le opere d'arte esposte.
  • Kew Gardens: Il momento ideale per visitare i Royal Botanic Gardens è la primavera, con la fioritura di rose e prima che un'eventuale siccità estiva (più frequente di quanto si immagini) ingiallisca i prati. Ci vogliono ore per vedere tutte le prospettive ma voleranno. Seguite i percorsi come il Treetop Walkway a 18 metri di altezza o prendete il trenino, fermatevi nelle aree gioco o dedicatevi alle attività didattiche per bambini. Con il brutto tempo, soffermatevi nel tepore delle serre, mangiate un gelato nell'Orangerie e visitate la residenza estiva di re Giorgio III.
  • Warner Bros. Studios: Potrebbe essere inevitabile un'immersione nel magico mondo di Harry Potter, situato appena fuori città e raggiungibile in meno di un'ora con treno e shuttle. Prepararti a visitare i set e i dietro le quinte dei film, comprare un numero indefinito di bacchette magiche di cioccolata e sentirti chiedere dai ragazzi se per il compleanno possono avere anche loro una Nimbus 2000. è tutto molto spassoso ma vale la pena dedicare una giornata a questo parco divertimenti solo se non è la prima volta che vedete Londra o se la visita supera i 3 giorni.
Olivia Chierighini
Scritto da:

Olivia Chierighini

Mi chiamo Olivia Chierighini; sono giornalista, esperta di comunicazione e blogger ma, più di ogni altra cosa, amo occuparmi di cibo, cultura, società e varia antropologia. C’è chi dice io sia una chiacchierona: per una dose quotidiana di humour e ottimismo, mi trovate sul blog OliviaQuantoBasta.

OliviaQuantoBasta

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione