CURE E TRATTAMENTI

Cuoio capelluto che pizzica, da cosa dipende e come risolvere il problema

LEGGI IN 2'

Il cuoio capelluto che pizzica è un problema fastidioso che talvolta si presenta, mettendoci a disagio. Nei casi in cui fosse ricorrente o particolarmente aggressivo, tanto da renderci difficile dormire o stare in mezzo agli altri, è bene consultare un dermatologo, che potrà valutare la situazione e suggerire una cura adatta.

Se invece siamo già a conoscenza della causa scatenante del prurito e dell'arrossamento localizzato, sapremo anche come tamponare il problema, a partire dall'alimentazione, qualora fosse troppo sbilanciata, fino ad arrivare ai rimedi localizzati per avere un po' di sollievo.

In generale la testa che pizzica può essere un sintomo di un'eccessiva crescita di lieviti, come ad esempio la Malassezia, che porta alla forfora e alla dermatite seborroica. A livello locale si può quindi agire con shampoo disinfettanti a base di zinco piritione e solfuro di selenio, in grado di tenere sotto controllo la micosi. Nei casi più gravi è invece necessario un trattamento a base di corticosteroidi, che un bravo dermatologo potrà suggerire.

Anche in caso di psoriasi il cuoio capelluto tende a prudere e desquamarsi. In questi casi è necessario agire localmente con prodotti di pulizia con catrame minerale, anche detto catrame di carbone, oppure acido salicilico. Anche in questo caso sarà il medico a consigliare la detergenza più indicata.

Tigna e pidocchi, sono poi altri due casi che portano a pizzicore e fastidio in testa. Per il primo caso si dovrà agire con shampoo antimicotico appositamente studiato per la soluzione di questo problema, nel secondo caso esistono prodotti appositamente acquistabili in farmacia per eliminare sia i parassiti sia le loro uova. Ogni trattamento va ripetuto a distanza di qualche giorno per essere sicuri di eliminare il problema.

Infine parliamo di allergie, in cui rientrano sia quelle da tintura per capelli sia quelle alimentari, che possono peggiorare lo stato di salute della nostra pelle e quindi anche portare ad arrossamenti, prurito e desquamazioni del cuoio capelluto. Se si sospetta un'allergia è necessario approfondire e capire di cosa si tratta. In questo modo eliminata la causa si risolve anche il problema.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione