PSICOLOGIA

Cosa fare se un'amica ti tradisce: le 5 regole per affrontare la delusione

LEGGI IN 2'

Per molti viene subito dopo l'amore, per altri addirittura prima e da qualunque prospettiva la si voglia vedere, l'amicizia è senza dubbio uno dei sentimenti più forti e potenti che esistano, in grado di rendere la vita più ricca e colorata. Per questo quando un'amica tradisce la nostra fiducia, la sensazione è di delusione e dolore, una sofferenza direttamente proporzionale all'affetto e alla stima che ci legavano a questa persona.

Per noi donne poi il sentimento di amicizia che ci lega ad una nostra simile, è vicino alla sorellanza, quindi essere traditi da chi ci è vicino è un vero e proprio lutto. Tuttavia, affrontare la situazione nel modo più lucido e consapevole possibile, è l'unica strada per uscire dal tunnel dell'autocommiserazione e della rabbia e scacciare via le nubi.

Cosa fare se un'amica ci tradisce

1. Appena scoperto il tradimento ci si sente arrabbiate e affrante, ma recuperare lucidità e guardare in modo consapevole al perché del tradimento, può aiutarci anche a fare un esame di coscienza e vedere se in parte abbiamo colpa anche noi del comportamento della nostra amica.

2. Può sembrare difficile, ma dobbiamo anche accettare che la nostra amica non è perfetta, quindi può sbagliare anche lei. Resta invece da capire se il suo tradimento è stato un maldestro tentativo di proteggerci (es. non ci ha detto qualcosa sperando di evitarci un dolore) o se al contrario avevamo sopravvalutato la sua sensibilità e il suo affetto nei nostri riguardi.

3. Dopo il tradimento di un'amica, anche se la tentazione di renderle pan per focaccia può essere forte, è importante prendersi un po' di tempo per riflettere. Agire d'impulso non è mai positivo quando si è ferite o arrabbiate, perché rischia di metterci in brutte posizioni e farci anche sembrare infantili.

4. Se lei chi chiede scusa? Di certo la richiesta di un confronto da parte sua è una cosa positiva, perché vuol dire che, nonostante tutto, a noi ci tiene. Attenzione però, prima di concederle udienza è importante aver recuperato la lucidità o rischieremo di non capire davvero cosa l'abbia mossa a comportarsi in un certo modo. Se pensiamo che valga la pena salvare l'amicizia, attendiamo il giusto tempo prima di affrontarla faccia a faccia.

5. Potrebbe anche essere che lei non voglia chiederci scusa. In questo caso è importante comprendere se si tratti di vergogna nei nostri riguardi o se semplicemente lei non si sente neanche in colpa. Capire con chi abbiamo a che fare, tramite conoscenze comuni, può aiutarci sia a vedere con meno durezza la situazione in cui ci troviamo, sia ad affrontare la realtà delle cose, ossia che forse l'unico errore fatto in tutta questa storia è stato di valutazione della persona. In ambo i casi potremo avere il quadro più chiaro e affrontare tutto con maggiore consapevolezza. Le ferite, quando ne si conosce la causa, possono essere curate in modo più veloce.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione