IN FORMA

Ginnastica con il passeggino

LEGGI IN 3'

La palestra delle mamme moderne

La mamma moderna non si ferma mai, è sempre super-impegnata e, difficilmente, riesce a ricavarsi uno spazio personale o, se lo fa, si assenta solo per poco tempo, sempre tenendo sotto controllo il piccolino.

La palestra è una delle attività che si rimpiangono immediatamente subito dopo il parto, quando l’obiettivo della forma fisica perfetta risulta subordinato al tempo da trascorrere assieme al bambino. Come districarsi in questa moltitudine di impegni? Ecco qualche trucco per fare ‘palestra’ senza rinuciare a tenere sotto controllo il nuovo arrivato. Prendi il bambino, munisciti di passeggino e scarpe comode e segui questa piccola guida al benessere!

Un esercizio quotidiano

La ginnastica con passeggino è un’attività dedicata a coloro che si prefiggono di allenare e tonificare la muscolatura, bruciando calorie. Il bebè, in questo caso, è l’elemento ‘resistenza’ che favorisce lo sforzo. Questa ginnastica, dedicata a tutte le mammè di bebè da 0 a 3 anni, è un’ottima opportunità per introdurre il piccolo al movimento e allo sport e a farlo sentire coccolato con un contatto fisico più diretto.

Esistono veri e propri corsi che insegnano questa nuova disciplina che viene praticata in gruppo all’aperto o in palestra, a seconda delle stagionalità. Ma, una volta imparate le tecniche principali, diventa un’attività quotidiana, da mettere in pratica non appena se ne ha la possibilità.

Lo stretching

Inizia e concludi ogni sessione di allenamento con uno stretching leggero adatto a rinvigorire ed allungare tutti i muscoli delle gambe. Utilizza il passeggino come sostegno, inclinando il tronco in avanti, separando le gambe e ruotando la punta del piede verso l’esterno, avendo cura di sollevarla sempre a martello. Mantieni la posizione per pochi secondi, quindi esegui il movimento dal lato opposto, ripetendo per almeno 3 volte.

Per allungare i muscoli delle braccia, invece, piegati ad angolo retto, tenendo impugnato il passeggino. Allunga le braccia facendo scorrere in avanti la carrozzina lentamente. Una volta esserti spinta fino al tuo limite e averlo superato, torna indietro, sempre lentamente, e rilassa le braccia a terra.

Lo squat

Un esercizio che non facciamo mai abbastanza è lo squat: perfetto per tonificare e modellare i glutei, a seconda della costanza con cui ci applichiamo. Portati in posizione eretta con i glutei indietro e verso il basso, come per sederti. Allunga le braccia spingendo il passeggino in avanti solo di qualche centimetro e ritorna eretta riportando la carrozzina verso di te.

Ripeti tutto una quindicina di volte, cullando il tuo piccolo, evitando, quindi, gli scossoni al passeggino. Durante il corso di tutto l’esercizio fai molta attenzione affinchè le ginocchia non oltrepassino mai la linea immaginaria tracciata dalla punta dei piedi.

L'affondo

Le alternative a questo esercizio sono molteplici. Le principali prevedono l’utilizzo del passeggino, oppure, in mancanza dello stesso, anche di un marsupio. Inizia avvicinando un ginocchio al terreno sostenendoti con la gamba flessa e appoggiando entrambe le mani sul carrozzino, che spingerai dolcemente in avanti.

In alternativa, sistema il bambino nel marsupio e abbraccialo dolcemente, per rassicurarlo davanti a movimenti un poco bruschi o inaspettati. Procedi all’affondo nello stesso modo, rimettendoti in piedi e alternando la posizione delle gambe. Effettua il tutto da 1 a 3 serie di 8-12 ripetizioni.


Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione